- LA FOLGORANTE CARRIERA DELL'UOMO CARISMATICO -

- L'UOMO CHE NON DEVE CHIEDERE MAI -

Emilia Kaczorowska è incinta.

  Ha 35 anni, è gravemente malata e la nuova gravidanza si annuncia subito traumatica.

I medici dicono che tutto è estremamente pericoloso per lei e per il nascituro, deve interrompe la gravidanza assolutamente.

I nove mesi di gestazione diventano un incubo ed Emilia

"SI AFFIDA ALLA REGINA DEL KHAZAN"

 alla quale è totalmente devota.

Emilia, come dicono le biografie, mette il nascituro

"NELLE MANI DELLA MADONNA"

Sotto: KAROL WOJTYLA con la "REGINA DEI CIELI" e l'ESAGRAMMA sulla testa:
capitolo -

- 18 Maggio 1920 -


Il 18 Maggio 1920, durante una famosa eclissi di sole, nasce

CAROLUS JOSEPHUS WOJTYLA


La vita di Emilia diventa un inferno.

- 13 APRILE 1929 -

La mattina del 13 Aprile 1929 Karol riceve una notizia che nessun bambino dovrebbe ricevere,

 la peggiore notizia che un bambino possa ricevere,

uno notizia che può devastare, far tremare le gambe, togliere il fiato, far scoppiare il cuore.

La sua cara mamma è morta.

Emilia è spirata poco dopo averlo mandato a scuola.

Tragicamente, il piccolo Karol non cerca rifugio nel Buon Dio, il Buon Pastore ma

 cerca vanamente di "sostituire" la mamma deceduta con un povero feticcio, una piccola bambolina

che ha ormai imparato a pregare e adorare come "regina dei cieli".

"Nessuno rientra in se stesso, ed ha conoscimento ed intelletto per dire:

MI PROSTRERO' IO D'INNANZI AD UN PEZZO DI LEGNO?

- (Isaia. 44: 9-20) -

- 1938 -

Nell'estate del 1938, insieme con suo padre, lascia Wadowice per trasferirsi a Cracovia,

dove si iscrive all'Università Jagellonica.

Nel suo primo anno studia filologia, lingua e letteratura polacca,

prende anche lezioni private di francese.

Wojtyla lavora come bibliotecario e fa l'addestramento militare obbligatorio nella legione accademica.

Alla fine dell'anno accademico 1938-1939, recita nel ruolo di

"Sagittarius" nell'opera fiabesca "The Moonlight Cavalier" prodotta da una compagnia teatrale sperimentale.

- IL PATTO - 1939 -

- capitolo - 

Giovanissimo, a soli 19 anni,

Karol Joseph Wojtyla firma quello che viene chiamato

 "IL PATTO AMOROSO"

 con la sua adorata "regina dei cieli".

Karol Wojtyla si consacra corpo, anima e spirito

"Totvs Tvvs"

Wojtyla maggiorenne dona il suo cuore e chiede il cuore della sua "regina".

Alcuni amici raccontato divertiti o forse un poco invidiosi, di un

PATTO COL DIAVOLO

perchè da quel momento la "carriera" di Karol Wojtyla è fulminea, strepitosa.

La "parola magica" del giovane Wojtyla sembra davvero funzionare.

Karol Wojtyla arriva sempre primo e prima di tutti, brucia tutte le tappe,

sembra ottenere tutto e subito, è "l'uomo che non deve chiedere mai".

Tutte le biografie e le testimonianze parlano compiaciute di una persona

 "estremamente carismatica", di "un uomo brillante".

Moltissimi lo descrivono come un

"UOMO MAGNETICO"

Tutti descrivono il suo

"FASCINO IRRESISTIBILE"

Karol Wojtyla piace moltissimo alle donne che lo definiscono "affascinante", "irresistibile".

Sotto: Trailer di "The New Pope"

Karol ha la "durezza" di un uomo forte e la "dolcezza", la "comprensione accogliente" di una "donna sensibile".

Sotto: Trailer di "The young Pope"

Wojtyla piace agli uomini e alle donne, piace la caratteristica mascella da "macho", da "braccio di ferro".

Sotto: Cartone animato "Popeye":

Wojtyla affascina per il sorriso un po' beffardo e sornione, per i modi di fare di "chi ci sa fare".

In molte biografie si racconta con divertimento di un

 "giovane pastore che piace alle ragazze"

Il "bellissimo sacerdote" non può però prendere moglie, non può sposarsi.

La Bibbia dice certo qualcosa di molto diverso:

“Il vescovo sia irreprensibile, marito di una sola moglie”

- (1 Timoteo 3:2) -

“Il matrimonio sia tenuto in onore da tutti”

- (Ebrei 13:4) -

Le tante spasimanti possono solo desiderare il bellissimo adone perché il "giovane pastore" si è

 gia "consacrato" alla "regina dei cieli" e ora "appartiene solo alla madonna" che

lo seguirà tutta la vita proprio come una "sposa".

Molti giornali ricordano ed esaltano Karol Wojtyla come

"UN UOMO CHE CREDE IN SE' STESSO"

E' certamente così e Wojtyla non perderà occasione per sottolineare che

"IL VANGELO E' LA VIA DELL'UOMO"

Wojtyla è esaltato come un "uomo libero" ma non viene mai spiegato da cosa e da chi.

Sotto: scena di un trailer della seria "Il giovane PAPA":

Giovanissimo Karol Wojtyla diventa quello che il mondo intero considera come

"un uomo straordinario", una sorta di "superman".

La "superstar" viene fermata per strada da folle di giovani che chiedeono autografi.

Sotto: il giovane Karol Wojtyla firma autografi:

Karol Wojtyla sembra infatti il "modello perfetto" da seguire. Wojtyla è

ABILE VENDITORE, CHIMICO, ATTORE BRILLANTE, TEOLOGO, SCRITTORE...

Karol Wojtyla è un bravissimo sciatore, abile nuotatore, pratica il canottaggio, il calcio...

Karol Wojtyla sfoggia una cultura immensa, parla come un "grande sapiente".

Karol Wojtyla parla correntemente, ossia con grande padronanza di linguaggio,

25 lingue.

 - 1.939 - SECONDA GUERRA MONDIALE -

Il 1° settembre 1.939, scoppia la seconda guerra mondiale.

- IL PICCOLO CHIMICO - 1.939 -

Nelle vecchie biografie pubblicate dal Vaticano Karol Wojtyla sembra

essere spuntato sotto i cavoli, sembra essere apparso dal nulla, non avere alcun passato.

Solo gli scandali e le fughe di notizie di molti cosiddetti "corvi" e di "Vatileaks"

(ove si pubblicano documenti, fotografie e prove concrete)

 costringeranno il Vaticano a correggere timidamente e con poche frasi "l'immacolata concezione"

 del "grande Wojtyla".

Il Vaticano comincia a scrivere che Wojtyla

"ha lavorato alla Solvay per potersi guadagnare da vivere"

Questa "Solvay" evidentemente è una piccola fabbrichetta artigianale ove si producono caramelle o giocattoli...

Il Vaticano ovviamente si guarda bene dal raccontare al "gregge" che cosa

 si fabbricava alla Solvay negli anni in cui Wojtyla ci lavorò.

Il Vaticano scrive poi

Il candido "Papa" ha "lavorato alla Solvay" ma solo "per guadagnarsi da vivere".

Le persone che scappano e cercano qualcosa per "guadagnare da vivere" in genere puliscono

 i pavimenti o lavano i piatti.

 I Chimici guadagnano invece qualcosa qualcosa di più.

Il 1° settembre 1.939, poco dopo il "patto" firmato da Wojtyla, scoppia la

 Seconda guerra mondiale.

La Germania invade la Polonia e la nazione viene occupata prima dalle forze naziste e poi da quelle sovietiche.

La sorte che spetta a Wojtyla è però molto diversa da quella di migliaia di altri polacchi che fuggono.

Karol Wojtyla, anche grazie all'interessamento dell'amica Jadwiga Lawaj,

viene protetto da Henrik Kulakowsky, presidente della divisione polacca del gruppo Solway.

Nel 1.940 la Ig Farben Chemical (German Chemical company)

 assume Karol Wojtyla come Chimico e Venditore.

Come chimico Karol Wojtyla lavora attivamente nella fabbricazione di gas fumiganti velenosi a base di

Cianuro, Malathion e Ziklon-B da consegnare ai Nazisti di Heinrich Himmler.

Sotto: Jhon Paul II Coin. L.100

Karol Wojtyla non "guadagna da vivere" come un povero profugo ma riceve un lauto stipendio dalla Solvay.

Karol Wojtyla vive agiatamente in un villaggio residenziale con tanto di

 dottore, biblioteca, palestra e garanzia di poter superare indenne la guerra.

Quando la guerra miete vittime Wojtyla è al sicuro, si pavoneggia sotto i riflettori e

 si dedica alla sua grande passione teatrale, muovendo i primi passi come Attore.

Sotto: Karol Woktyla e il teatro rapsodico:

Le recite si svolgono nelle case degli amici e tutti riconoscono al giovane Karol straordinarie doti di recitazione.

Le prime recite risalgono al al 1.934, Wojtyla e dimostra subito di essere un

GRANDISSIMO ATTORE.

Wojtyla ama stare al centro dei riflettori, ama essere ammirato ed osannato dal "pubblico" che o adora, nel suo teatro.

- IG FARBEN -


 La IG Farben fu un conglomerato di aziende tedesche formato nel 1.925, alcune delle quali attive sin dalla I guerra mondiale.

Inizialmente molte di queste aziende producevano tinture, ma ben presto iniziarono a dedicarsi

a una chimica sempre più avanzata.

 La IG Farben fu una delle società che più richiesero deportati come cavie per esperimenti e

 test di medicinali di vario genere, per mezzo dei quali furono inventati il gas nervino,

 il metadone e altre sostanze (specialmente a opera della Bayer, una delle società costitutive).

Il 21 novembre 1925 le seguenti industrie chimiche sottoscrissero l'accordo per fondersi nella IG Farben:

Actien-Gesellschaft für Anilin-Fabrikation (Berlino);

oggi è la AGFA.

Badische Anilin- und Sodafabrik AG  (Ludwigshafen);

oggi è la BASF.

Farbenfabriken vorm. Friedr. Bayer & Co.  (Leverkusen);

oggi è la Bayer.

Farbwerke vorm. Meister Lucius und Brüning AG (Frankfurt-Höchst),

oggi è la HOECHST.

Ammoniakwerk Merseburg GmbH - Leuna Werke (Merseburg, Leuna);

Chemische Fabrik Griesheim-Elektron (Griesheim);

Chemische Fabrik Kalle & Co. AG (Biebrich);

Chemische Fabriken Weiler-ter Meer (Uerdingen);

Farbwerke Leopold Cassella & Co. (Fechenheim).

A queste aziende si unirono banche e i Rockfeller con la Standard Oil.

Nel 1.932, John D. Rockefeller nomina William Stamps Farish a capo della Standard Oil. Farish.

Farish dirigeva negli Stati Uniti il cartello formato dalla Standard Oil, la Exxon e la Ig Farben,

la guerra si trasformò in una miniera d'oro per queste persone.

Sotto: William Farish e George Bush, membro della SKULL & BONES:

 Le due società avevano in comune vari stabilimenti in Germania e nel resto d'Europa,

 fra i quali la Deutsche-Amerikanische Petroleum A.G.(DAPAG), nei pressi di Auschwitz,

la principale sussidiaria tedesca della Standard Oil. Direttore del DAPAG era Karl Lindemann,

 membro del Circolo degli Amici di Heinrich Himmler.

Durante la pianificazione dell'invasione di Cecoslovacchia e Polonia, la IG Farben cooperò

 strettamente con gli ufficiali nazisti e indicò quali stabilimenti chimici dovessero essere catturati e consegnati alla IG Farben.

La IG Farben nel 1941 costruì ad Auschwitz la più grande industria chimica dell'epoca,

utilizzando la manodopera del vicino campo di concentramento.

Si trattava di un impianto sito ad Auschwitz per la produzione di petrolio sintetico e di gomma (detta Buna) a partire dal carbone.

Questo fatto segnò l'inizio dell'attività delle SS e dei campi di Auschwitz durante l'olocausto.

Nella seconda guerra mondiale morirono moltissime persone e questo orrore tremendo venne utilizzato

 come un feroce mezzo di propaganda Sionista.

 Il "sacrificio ebraico" venne utilizzato dai Sionisti come una nuova religione da contrapporre al sacrificio di Gesù Cristo.

Karol Wojtyla non mancò di sfruttare a suo vantaggio questa propaganda titanica mostrandosi come il

"PAPA BUONO DEGLI EBREI".

Macabro, terrificante, colossale inganno.

  Sionisti e Nazisti poterono certamente collaborare perché gli obiettivi combaciavano alla perfezione,

Hitler volevava gli ebrei fuori dalla Germania ed i Sionisti volevano creare il "grande stato".

Nonostante il bombardamento sistematico le truppe statunitensi non toccarono mai gli stabilimenti che continuarono

a lavorare ininterrottamente.

Vi sono molti libri che raccontano degli stretti legami tra i Nazisti, i Gesuiti, Sionisti e il Vaticano così come

degli sporchi affari associati alla I.G.Farben.


Lo Zyklon B  era il nome commerciale

di un agente fumigante a base di acido cianidrico (o acido prussico) utilizzato come agente tossico,

principalmente ad Auschwitz.

Il veleno venne sviluppato negli anni venti da Fritz Haber un Cabalista ebreo tedesco impiegato della Bayer.

Sotto: Fritz Haber inventore dello Zyklon B:



La produzione di questo gas fu un successo clamoroso  per le tre grandi aziende della Ig Farben

che si divisero ricavi altissimi grazie alle crescenti richieste in tempo di guerra,

alle spese gestionali estremamente basse (la “De.Ge.Sch.” contava solo 50 dipendenti) e alla situazione di assoluto monopolio.

A causa della gravità dei crimini di guerra commessi dalla IG Farben nel corso della II guerra mondiale e

dell'ampio coinvolgimento della direzione nelle atrocità naziste,

la compagnia fu ritenuta troppo corrotta per poter continuare ad esistere e pertanto gli alleati considerarono

 l'ipotesi di confiscarne tutti i beni e chiuderla.

Nel 1951, la compagnia fu divisa nelle componenti originali.

 Le quattro più grosse comprarono rapidamente quelle più piccole.

 Al processo di Norimberga i responsabili della IG Farben furono dichiarati colpevoli di genocidio,

di schiavitù ed altri crimini. Un anno dopo la condanna, nel 1952,

TUTTI I RESPONSABILI FURONO LIBERATI,

 grazie alla mediazione dell'ex-ministro delle Finanze Schacht e negli anni successivi tornarono a infiltrarsi nell'economia tedesca.

Sotto: Karol Wojtyla a 19 anni (1.939)  con un fucile in mano, in un campo di addestramento dell'Ucraina Occidentale, allora Polonia orientale:

Sotto: Karol Wojtyla seduto su una sedia in un campo militare nel luglio del 1.939, due mesi prima
dello scoppio della seconda guerra mondiale.

Wojtyla non viene mai mandato al fronte, è sistematicamente protetto dai piani alti.

Moltissmi capi, scienziati e tecnici Nazisti vengono segretamente trasferiti in America nell'Operazione Paperclip.

Nel 1.944 l'arcivescovo Adam Stefan SapiehaDAM STEFAN SAPIEH trasferisce

 Wojtyla nel Palazzo dell'Arcivescovado ove resterà tranquillo fino al termine della guerra.

- IL MARE BIANCO -

Il convento delle "Suore della Beata Vergine Maria della Misericordia" sulla collina di Łagiewniki.

  fu eretto negli anni 1888-1891.

Nel periodo tra la prima e la seconda guerra mondiale nel convento visse e morì suor

Faustina Kowalska,

famosa in tutto il mondo per le cosiddette

"APPARIZIONI DELLA DIVINA MISERICORDIA".

 Il santuario divenne il centro mondiale del

"CULTO DELLA DIVINA MISERICORDIA".

diventato celebre in tutto il mondo in relazione all'opera e all'immensa fama di Karol Wojtyla.

"Dalla Piazza, intitolata a Giovanni Paolo II, si apre la vista verso

 la torre del Santuario della divina misericordia.

Il messaggio simbolico è chiaro:

GIOVANNI PAOLO II CI INDICA IL CAMMINO VERSO LA DIVINA MISERICORDIA

CHE E' ANCHE

 IL TRAGUARDO DEL PELLEGRINAGGIO UMANO SULLA TERRA"

- fonte -

Purtroppo si, questo culto abominevole porterà davvero moltissime persone al "traguardo", alla fine del cammino.

"E' LUI, L'OCCHIO, SATANA, IL SIGNORE"

- Massone e Mago Aleister Crowley -

Nel 2.014 viene inaugurato poco distante dal Santuario anche il nuovo

"centro Giovanni Paolo II" ove verrà conservato il 

"prezioso sangue di Karol Wojtyla"

  Il cuore del santuario si trova nella Cripta inferiore.

In questo luogo è conservata anche la prima lapide di Wojtyla.

Nella cripta è tutto un tributo alla "regina dei cieli", alla quale Wojtyla si era

 "TOTALMENTE CONSACRATO".

Il "centro Giovanni Paolo II" sorge in un luogo agghiacciante, terrificante,

il tristemente famoso

"MARE BIANCO",

 un terreno che per lunghissimi anni venne reso sterile dal materiale chimico che

 proveniva dalle fabbriche Solvay.

"È stato il Cardinale Stanislaw Dziwisz, Arcivescovo Metropolita di Cracovia,

a volere l’istituzione del centro Giovanni Paolo II “Non abbiate paura”, avvenuta il 2 gennaio 2006

. La costruzione degli edifici, progettati dal giovane architetto Andrzej Mikulski,

 ha avuto inizio nell'autunno del 2008 nella zona in cui si trova l’ex stabilimento di carbonato

"Solvay", luogo che evoca i ricordi degli anni di formazione di Karol Wojtyla"

Candore esteriore che si contrappone a veleno letale.


- 1942 - L'INCIDENTE -

Nel 1942 Wojtla entra nel seminario clandestino diretto dall'arcivescovo di Cracovia Sapieha.

 Il 29 febbraio 1944, tornando a casa dal lavoro nella cava, è investito da un camion tedesco,

perde coscienza e passa due settimane in ospedale, riportando un trauma cranico acuto,

numerose escoriazioni e una ferita alla spalla.

Secondo "Testimone della speranza", la biografia scritta da George Weigel,

questo incidente, invece di fermare Wojtyla viene considerato come un segno di conferma per la sua

"futura carriera reliogiosa".

- SACERDOTE - 1946 -

Karol Wojtyła è ordinato Presbitero il 1º novembre 1946 dall'arcivescovo di Cracovia Adam Stefan Sapieha.

- VESCOVO - 1958 -

  Nel 1958 Karol Joseph Wojtyla è il più giovane Vescovo ausiliare di Cracovia e

 quattro anni dopo assume la guida della diocesi quale Vicario capitolare.

- ARCIVESCOVO - 1964 -

Il 13 gennaio 1964 Papa Paolo VI nomina Karol Wojtyla Arcivescovo di Cracovia.


- 1967 - CARDINALE -

Il 26 giugno 1967 Wojtyla è pubblicato Cardinale di San Cesareo in Palatio.

- 1978 - IL CONCLAVE -

Il nome di Wojtyla comincia a circolare come "papabile".

Nell'agosto del 1978 Wojtyla partecipa al conclave che si conclue con l'elezione di Albino Luciani.

Albino Luciani muore misteriosamente dopo appena 33 giorni di pontificato.

Molte persone parlano di avvelenamento ma il Vaticano proibisce l'autopsia del cadavere.

-  1978 - PAPA -

"MA VOI NON CHIAMERETE NESSUNO SULLA TERRA

VOSTRO PADRE

POICHE' UNO SOLO E' IL VOSTRO PADRE, QUELLO CELESTE"

- (Matteo 23,8) -

Alle 18:18 del 16 ottobre del 1.978 dal comignolo della Sistina si leva la fumata bianca.


Karol Joseph Wojtyla è arrivato sul "tetto del mondo", è il nuovo "Padre Santo" dei Cattolioci-Romani.

 

Karol Wojtyla è diventato Giovanni Paolo II.

Sotto: STEMMA PAPALE di Karol Wojtyla:

- 8 APRILE 2005 - PAPA -

l'8 Aprile 2005, durante una famosa eclissi di sole, muore

IOANNES PAVLO SECVNDVS



"MI AVETE DATO POTERE CON L'INFERNO DEI VOSTRI DESIDERI.

POTEVO ANCHE NON CONVINCERVI MA

VOI FATE SOLO CIO' CHE VI VIENE DETTO.

ORA VEDRETE LA VOSTRA STELLA. PUNGETEVI IL DITO, E' FATTA.

LA LUNA HA ECLISSATO IL SOLE. L'ANGELO HA ALLARGATO LE ALI.

E' GIUNTA L'ORA DI COSE AMARE. E' GIUNTO IL TEMPO, E' ABBASTANZA OVVIO.

IL NOSTRO ANTICRISTO E' QUASI ARRIVATO.

E' FATTA"

- Marilyn Manson - antichrist superstar -

"Alzatevi, andiamo; ecco,

COLUI CHE MI TRADISCE E' VICINO"

- Marco 14,32 -



"Allora Gesù disse loro di nuovo: «In verità, in verità vi dico: io sono la porta delle pecore.

Tutti coloro che sono venuti prima di me, sono ladri e briganti; ma le pecore non li hanno ascoltati.

 Io sono la porta:

SE UNO ENTRA ATTRAVERSO DI ME

SARA' SALVO,

 entrerà e uscirà e troverà pascolo.

 Il ladro non viene se non per rubare, uccidere e distruggere;

IO SONO VENUTO PERCHE' ABBIANO LA VITA

E L'ABBIANO IN ABBONDANZA.

IO SONO IL BUON PASTORE.

 Il buon pastore offre la vita per le pecore.

 Il mercenario invece, che non è pastore e al quale le pecore non appartengono, vede venire il lupo,

 abbandona le pecore e fugge e il lupo le rapisce e le disperde;

 egli è un mercenario e non gli importa delle pecore.

 Io sono il buon pastore, conosco le mie pecore e le mie pecore conoscono me"

 - Giovanni 10, 78 -




RITORNA AD ALARMA HOME