- IOANNES PAVLO SECVNDVS -

- UNO SPIRITO ANTICRISTO -

- TOTVS TVVS -

- IL CONSACRATO -

"Totus tuus ego sum, et omnia mea tua sunt.

Accipio te in mea omnia, praebe mihi cor tuum, o Maria"

- Ioannes Pavlo Secvndvs -

 

- LO IEROFANTE DELLA DEA -

Lo Ierofante era il Massimo Sacerdote di Cibele, la "Grande Madre".


Nel Supremo Rituale Antico il Totalmente Consacrato alla dèa

era il massimo sacerdote, il "dio", la stella, il Triangolo (simbolo fallico, maschile)

 che doveva "unirsi con la dèa", il "divino femminile", il Triangolo Rovesciato, la coppa.


Il Piter Caldeo, Ierofante era il totalmente consacrato alla dea Danu, a lei doveva donare tutto sé stesso.

- DAN-NAZIONE - LO SCHIAVO DI DANA -

"NOSTRA MADRE MARIA CI CONDUCE, ELLA PERFETTISSIMA.

E' FIGURA E MODELLO DELLA NOSTRA CHIESA.

NELLA VERGINE SANTISSIMA LA CHIESA HA GIA' RAGGIUNTO QUELLA PERFEZIONE

per la quale essa esiste senza macchia o ruga"

- Karol Wojtyla - 

Tutta la vita, tutto il Pontificato di Karol Wojtyla

furono centrati sul culto della creatura, sul culto osceno ad una "regina", il culto della

"GRANDE MADRE"


Se esiste un uomo che ha spinto il mondo intero verso il culto alla dèa, alla "madre divina" e verso l'idolatria

(diventanto poi egli stesso un idolo...) questi è certamente 

IOANNES PAVLO SECVNDVS.

"PER QUESTO DIO LI HA ABBANDONATI, ESSI, CHE HANNO MUTATO

LA VERITA' DI DIO IN MENZOGNA E HANNO SERVITO LA CREATURA

INVECE DEL CREATORE"

- (Romani 1:24) -




Questa è Prostituzione spirituale ed è qualcosa che Dio condanna duramente perché l'idolatria conduce alla morte.

Karol Wojtyla rappresenta, nella storia dell'uomo, un unicum.

Karol Wojtyla ha trascinato, ha fatto precipitare persone, città, nazioni intere verso un culto in abominio a Dio,

 l'adorazione di un bambolina, un idolo morto.

"Nessuno rientra in se stesso, ed ha conoscimento ed intelletto per dire:

MI PROSTRERO' IO D'INNANZI AD UN PEZZO DI LEGNO?

- (Isaia. 44: 9-20) -

Karol Wojtyla parlò della sua "madonna della strada" come una "sposa" e

passò tutta la sua vita a coronare pezzi di gesso e incensare fantocci di legno.

"AFFIDO VOI TUTTI ALLA MADONNA DELLA STRADA"

- Karol Wojtyla -

"E' NECESSARIO AFFIDARE A TE, MADRE GENEROSA, LE NOSTRE VITE"  

- Karol Wojtyla -

"NON HANNO INTELLETTO

QUELLI CHE PORTANO IL LORO IDOLO DI LEGNO e PREGANO un dio che non può salvare"

- (Isaia 45:20) -

- KAROL WOJTYLA E IL CULTO ALLA DEA "REGINA DEI CIELI" -

- LA DEVOZIONE ALLA REGINA DEL KHAZAN -

"La VENERAZIONE ALLA MADRE DI DIO

nella sua forma tradizionale mi viene dalla famiglia e dalla parrocchia di Wadowice"

- Karol Wojtyla -

Il 18 MAGGIO 1920 nasce Carolus Joseph Wojtyla.

Karol Wojtyla ed Emilia Kaczorowska, i genitori di Karol Wojtyla sono profondamente idolatri e devotissimi alla

"REGINA DEL KHAZAN" o "MADRE DI DIO DEL KHAZAN".

Sotto: l'ICONA della "madre di Dio del Khazan":

 Karol Wojtyla viene subito introdotto all'idolatria, al culto delle icone, alla preghiera del rosario,

al culto cattolico per la Santissima Trinità, per la "Regina del Khazan".

Sotto: fonte: http://www.tonyassante.com/renzoallegri/papa2/indice.htm

"OGNI GIORNO RECITAVO IL SANTO ROSARIO DELLA REGINA CON I MIEI GENITORI"

- Karol Wojtyla -

Sotto: Karol Wojtyla accanto alle IMMAGINETTE che tanto amava:

La devozione di Wojtyla per la "regina" è totale, assoluta.

Sotto: fonte: http://www.tonyassante.com/renzoallegri/papa2/indice.htm

Nel libro autobigrafico Dono e MisteroKarol Wojtyla racconta

 che la devozione alla "Regina dei Cieli" si trova al  centro della sua vocazione e della sua vita.

"MI PORTAVANO SEMPRE A PREGARE LA VERGINE"

- Karol Wojtyla -

Sono i genitori ad insegnare al piccolo Wojtyla la preghiera del rosario, è la mamma a portarlo nei luoghi di culto mariani.

- TREDICI - 13 APRILE 1929 -

Il Tredici aprile 1.929 Karol perde la sua mamma ma invece che cercare conforto nella Fede nell'Unico Signore Dio

  Wojtyla si affida completamente ad una "mamma dei cieli" immaginaria.

Dopo la morte della madre, la devozione alla "madonna" diventa ancora più intensa, viscerale.

La "Regina dei Cieli" diventa la nuova mamma, l'amica, la dèa.

L'uomo solo Wojtyla prende per moglie un pupazzo di gesso, una statua di legno.

In questa bambolina, Karol ripone tutti i suoi sogni, le sue aspettative, le sue speranze, in totale opposizione alla Bibbia.

Il supremo ingannatore riesce a conquistare totalmente Wojtyla seducendolo con la maschera più sottile, quella di una

MADRE E SPOSA DOLCISSIMA.

- JAN TYRANOWSKY -

La profonda venerazione per la sedicente "Regina dei Cieli" si amplifica ulteriormente

dopo l'incontro con un laico, definito come "uno strano individuo", "misterioso":

JAN TYRANOWSKY.

Questo Tyranowsky è un sarto, un personaggio bizzaro,

goffo, curvo, con una voce stridente ed acuta, come quella di una ragazza.

"Il sarto Jan Tyranowski fu, quindi, il vero maestro di Karol Wojtyla nella devozione alla Madonna"

Con un "carisma eccezionale" questo Tyranowsky ha fondato un movimento chiamato

"Rosario Vivente" di cui è l'assoluto leader e "maestro spirituale".

E' Tyranowsky ad introdurre Wojtyla in alcune letture mistiche e alla maturazione della "devozione mariana".

"ANCHE GRAZIE ALL'INFLUSSO DI TYRANOWSKY IL MIO MODO DI INTENDERE

IL CULTO ALLA MADRE DI DIO SUBI' UN CAMBIAMENTO"

- Karol Wojtyla -

Queste parole di Wojtyla sono chiarissime e non possono essere fraintese da nessuno, si parla dichiaramente di

culto ad una "Regina dei Cieli".

Se l'Unico Maestro Gesù Cristo (Yeshua) insegna chiaramente a rendere culto solo a Dio

Wojtyla dice esplicitamente di rendere culto ad una "madre di dio".

Karol Wojtyla viene dunque Iniziato da questo Tyranowsky a particolari letture come quelle di

GRIGNION DE MONTFORT.

Il cosiddetto

 "TRATTATO DELLA VERA DEVOZIONE ALLA SANTISSIMA VERGINE"

non ha nulla di Biblico, è un testo profondamente esoterico e vicino ai Trattati dei Rosa+Croce.

Se la Bibbia insegna ad andare al Padre per mezzo di Gesù Cristo (il Messia Yeshua)

Montfort insegna invece, con complicatissime elucubrazioni Filosofiche, che è

"NECESSARIO ANDARE DALLA MEDIATRICE PER ANDARE AL FIGLIO".

Gli insegnamenti di Montfort corrispondono a quelli dei Rosa+Croce che insegnano a

consacrarsi alla "divina Sophia" per poter "raggiungere il Pleroma".

Nei testi esoterici vengono insegnate agli Iniziati le stesse identiche pratiche spirituali,

 il nome "Maria" può essere sostituito con Sophia o Diana Lucifera ma nulla cambia nella sostanza.

Gesù Cristo viene rimosso come Unico Mediatore e questa apostasia conduce alla rovina, alla perdizione eterna.

Negli scritti di Montfort si indirizza ad una Consacrazione Totale a questa "vergine".

E' dunque necessario 

"DONARE L'ANIMA VOLONTARIAMENTE"

a questa "Regina dei Cieli" è necessario "CONSACRARSI A LEI".

Solo gli stolti possono non comprendere cosa significhi tutto questo.

- LA CONSACRAZIONE TOTALE -

- IL PATTO E IL MARCHIO DEL TRADIMENTO -

- TOTVS TVVS -

 - 1939 -

Karol Wojtyla obbedisce agli scritti deliranti di Montfort.

Giovanissimo, a soli 19 anni,

KAROL WOJTYLA FIRMA

 il cosiddetto "PATTO AMOROSO" con la sua adorata "REGINA DEI CIELI".

KAROL WOJTYLA SI CONSACRA CORPO, ANIMA e SPIRITO.

Karol Wojtyla pronuncia la fatidica Formula Magica, la sua "Parola Magica":

"TOTVS TVVS

EGO SUM ET OMNIA MEA TVA SVNT"

- Karol Wojtyla -

 Wojtyla ha deliberatamente e consapevolmente scelto di donarsi totalmente, ha

SCELTO DI ESSERE SCHIAVO DELLA REGINA.

"IO SONO TUTTO TUO E TUTTO CIO' CHE E' MIO TI APPARTIENE"

- Karol Wojtyla -

Alcuni amici raccontato divertiti o forse un poco invidiosi, di un

PATTO COL DIAVOLO

perchè da quel  momento la "carriera" di Karol Wojtyla è fulminea, strepitosa.

Karol Wojtyla arriva sempre primo e prima di tutti, brucia tutte le tappe,

sembra ottenere tutto e subito, è l'uomo che non deve chiedere mai.

Karol Wojtyla è abile venditore, chimico, attore brillante, teologo, scrittore...

Karol Wojtyla è abile sciatore, nuotatore, pratica il canottaggio, il calcio...

Karol Wojtyla parla correntemente, ossia con grande padronanza di linguaggio,

25 lingue.

Karol Wojtyla piace moltissimo alle donne che lo definiscono "affascinante", "irresistibile".

Karol Wojtyla come un divo del cinema firma autografi a piccole folle adoranti, è già diventato una

 SUPERSTAR.

Quando Karol Wojtyla diventerà "PAPA", "ispirato" dalla sua "regina" cambierà il suo nome in:

"Quella formula il giovane Wojtyla l’aveva pronunciata nel 1939, quando, sotto la guida di Tyranowski,

aveva compiuto il suo atto di “schiavitù amorosa” alla Madonna.

E da allora, quella frase, “Tutus tuus”,fu la sua “parola magica”, la sua guida, il suo slogan,

 presente nei discorsi, nelle lettere, nelle esortazioni.

Appena eletto Papa, la fece scrivere anche sui muri del Vaticano, accanto allo stemma del suo Pontificato"

- IL MARCHIO DEL PATTO - M -

(vedi capitolo)

A questo "Patto Amoroso" è associato anche il celebre 

MARCHIO DI KAROL WOJTYLA, la lettera M.

Sotto: STEMMA PAPALE di Karol Wojtyla:

La lettera M è il Marchio che designa la

GRANDE BESTIA DELLA KABBALAH.

Sotto: la Bestia della Kabbalah:

La "sacra lettera" della Maitreya che Marchia i Massoni.

La Formula Magica seguirà Karol Wojtyla ovunque.

"IO SONO IL TUO SCHIAVO"

- Karol Wojtyla -

"SONO IL TUO SCHIAVO PERCHE' IL SIGNORE E' TUO FIGLIO.

SEI LA MIA SIGNORA, PERCHE' SEI LA SCHIAVA DEL MIO SIGNORE.

SONO SCHIAVO DELLA SCHIAVA DEL MIO SIGNORE"

- Karol Wojtyla ricordando una poesia di Ildefonso di Toledo -

Non è certo nella Bibbia che Wojtyla ha potuto trovare queste mostruosità.

- PROSTRATO DAVANTI ALL'IDOLO -

Karol Wojtyla

ha passato tutta la sua vita prostrandosi davanti a idoli di legno, di pietra, di ferro,

Karol Wojtyla ha ostentato in ogni modo questa sfrenata idolatria e

ha continuato ad inginocchiarsi davanti a statue, immagini, dipinti.

Ogni gesto di Wojtyla è visibile a tutti e la sua immensa popolarità mediatica

lo hanno trasformano in un modello che le folle hanno seguito e imitato, senza dubitare.

- IL PASTORE ERRANTE DELLA MADONNA -

Le facilitazioni economiche derivanti dall'essere "papa" consentono a Wojtyla di girare il mondo intero e

registrare un record insolito:

Wojtyla è l'uomo che ha visitato più "santuari" alla "regina dei cieli". Lo stesso Giovanni Paolo II, nel suo libro

"VARCARE LA SOGLIA DELLA SPERANZA"

dice di essere stato legatissimo ai "santuari mariani" fin della sua infanzia.

E' Wojtyla, nel 1985, a recarsi a Banneux, per pregare la "madonna" nel suo nuovo santuario, appena inaugurato.

E' Wojtyla, nel 1987, a "benedire" la statua della "madonna nera" a Saragozza.

E' Wojtyla a chiedere la costruzione di un nuovo santuario per la "madonna",

in seguito alle cosidette "apparizioni di Civitavecchia".

E' Wojtyla l'uomo che mette "una piccola corona" sulla testa della BAMBOLINA di Civitavecchia.

E' Wojtyla ad ordinare di portare la statua della "madonna di Fatima" a Roma,

in occasione del Giubileo del 2000.

E' Wojtyla a "santificare" il grande idolatra della "regina dei cieli" Francesco Forgione ("padre pio").

Il culto degli idolatri è reso invano a ridicoli oggetti che non possono vedere e non possono aiutare nessuno.

Questi idoli nascondono il culto ai dèmoni e sono letteralmente ricoperti di sigilli satanici utilizzati nello spiritismo e nella Massoneria.

 La Bibbia vieta categoricamente queste abominazioni.

A Wojtyla, evidentemente, la Bibbia non interessava,

il mondo intero lo acclamava come una "star" ed egli era troppo occupato a costruire la sua chiesa rovesciata,

la "grande chiesa ecumenica e massonica".

- 1993 -

Nel 1993 l'icona della "madre di dio del Khazan" viene donata a Karol Wojtyla.

Wojtyla custodisce questa icona nel suo studio privato fino a quando, il 28 agosto 2004, la consegna

al Patriarca Alessio II e attraverso di lui alla chiesa Ortodossa per la venerazione dell'intero popolo russo.

La "regina" vuole infatti che anche questo popolo

VENGA CONSACRATO TOTALMENTE A LEI.

Sotto: Rito di venerazione e di consegna da parte di Wojtyla
al Card. Walter Kasper. Il 26 agosto l'Icona sarà esposta nella Basilica di San Pietro per la venerazione dei fedeli.

Questa Regina dei Cieli è il dio misterico, il divino androgino, che deve partorire, è Iside che tiene in braccio Horus.

- IL DRAGO E LA BESTIA -

A chi si è consacrato realmente Karol Wojtyla? A chi ha consacrato il mondo intero?

Milioni di persone al mondo hanno sottovaluto la gravità di tutto questo, come se la Parola di Dio fosse cosa di poco conto,

come se rendere culto agli idoli fosse qualcosa di irrillevante.

La Bibbia spiega con grandissima chiarezza che il culto agli idoli è rivolto a dèmoni.

La "regina dei cieli" che Karol Woktyla ha adorato e servito per tutta la vita è

 una figura conosciuta in tutto il mondo, con mille nomi diversi.

Nella Bibbia il titolo "Regina dei Cieli" è presente e

utilizzato solo ed unicamente per descrivere una dèa pagana, Astarte, che i pagani adorano da secoli.

"I figli raccolgono legna, i padri accendono il fuoco, le donne impastano la farina per fare delle focacce alla

REGINA DEL CIELO

e per fare libazioni ad altri dei, per offendermi.

“E' proprio me che offendono?”, dice il SIGNORE, non offendono essi loro stessi a loro vergogna?”

- (Geremia 7:18.20) -

Sotto: ASHTAROTH, la 'REGINA DEI CIELI', con il suo ESAGRAMMA in testa:

Nulla è cambiato nei secoli e tutto è davanti agli occhi, in bella vista.

Sotto: L'ESAGRAMMA sulla "collina delle apparizioni", Medjugorje:

I simboli di questo culto non sono mai cambiati ma l'idolatria rende ciechi.

Questa  figura è adorata nelle Società Segrete e nella Massoneria come

DIANA LUCIFERA.

Sotto: Iside Trinità - Esoterismo Massonico:

E' a Iside Lucifera che la Massoneria ha dedicato la cosiddetta

 "STATUA DELLA LIBERTÀ"

Questo idolo tipicamente Androgino ha ricevuto nei secoli mille nomi diversi:

INANNA, MELEK TAUS, SHIVA, ASTAROTH, DIANA LUCIFERA, GUANYN, MADONNA

LULU, LILITU, ISHTAR, PACHAMAMA, ECATE TRIPLICE, MORS, GRANDE MADRE,

ASTARTE REGINA DEI CIELI

La "Regina-Drago" Guanyn.

 

TRINITAS

Nelle Religioni Misteriche questo dio-Trino era la Mater conosciuta anche come la Madre in Triplice, la

La lettera M è la TREDICESIMA dell'alfabeto ebraico e latino, nelle Religioni Misteriche questa lettera è

quella della Maath, del Grande Abisso.

Sotto: STEMMA PAPALE di Karol Wojtyla:

"LA BESTIA CHE HAI VISTO ERA MA NON E' PIU',

SALIRA' DALL'ABISSO, MA PER ANDARE ALLA PERDIZIONE"

- Apocalisse 17:8 -

La Trinità, il dio androgino, le Tre Madri, tutte queste figure conducono unicamente al dio che da secoli è

temuto e adorato dagli uomini:

"E' LA VERGINE ANDROGINA, LA MADRE DEGLI DEI E DEI DEMONI.

IN REALTA' NEI TEMPI ANTICHI IL SUO NOME ERA LUCIFERO O LUCIFERIUS.

  IL GRANDE SPIRITO E SATANA, ALLO STESSO TEMPO"

- esoterista e massone H. P. Blavatsky -

Colui che delle morte ha il potere, il dio velato, il dio adorato in segreto da secoli nelle Società Segrete è l'

OCCHIO, SATANA

"AYIN, L'OCCHIO, È IL DIAVOLO NOSTRO SIGNORE, È SATANA"

- Aleister Crowley - La Magia della stella d'Oro.Vol.II: Istruzioni esoteriche della Rosa d'Oro. -

Sotto: Tempio della "Mater Misericordiae" a Vilnius, Lituania:


"IL SUO NOME E': MISTERO, BABILONIA LA GRANDE"

"QUESTO PAPA L'HO SCELTO IO,

POSSA EGLI ESSERE CONSIDERATO IL PADRE DI TUTTI GLI UOMINI"

- Messaggi della "madonna" di Anguera -


Nessuna sorpresa.

La Bibbia è chiarissima e spiega ad ogni credente che Satana è perfettamente in grado di mascherarsi

 da "Angelo di Luce" per ricevere il culto dagli uomini.

"Ciò non fa meraviglia, perché anche

SATANA SI MASCHERA DA ANGELO DI LUCE

 - 2Corinzi 11,14-15 -

Non serve a niente nascondersi dietro un dito, Satana è riuscito ad ingannare, sedurre, è

 riuscito a farsi pregare, servire, adorare nascondendosi dietro mille idoli e, in particolare,

dietro la maschera più sottile e perversa, quella di una pietosa, dolcissima mamma con il suo bambino.

"SATANA SI MASCHERA DA ANGELO DI LUCE"

Sotto: il "GENIO DELLA LIBERTA'", Piazza della Bastiglia, Parigi:
 
Sotto: statua a LUCIFERO, "genio della Bastiglia" a Parigi:

Sotto: la "madunina" di Milano:

A questo idolo, Karol Wojtyla ha "consacrato" il mondo intero.

(mi dissocio ovviamente e totalmente da queste assurde "consacrazioni", esiste infatto un

 Solo Signore Dio e a Lui Solo dobbiamo rendere culto).

"DI NUOVO IL DIAVOLO LO PORTO' CON SE' SOPRA UN MONTE ALTISSIMO

E GLI MOSTRO' TUTTI I REGNI DEL MONDO E LA LORO GLORIA,

DICENDOGLI:

"TUTTE QUESTE COSE TI DARO' SE TU PROSTRANDOTI, MI ADORERAI"

Gesù Cristo rifiuta la proposta e la tentazione di Satana e invece della gloria effimera si sottopone alla croce.

Gesù Cristo, vero Re dei re, insegna a rispondere a Satana e a

RENDERE CULTO SOLO A DIO.

"Allora Gesù gli disse: «Vattene, SATANA, poiché sta scritto:

"ADORA IL SIGNORE TUO DIO E A LUI SOLO RENDI CULTO"

- Matteo 4,8 -

La Bestia, in totale opposizione, cede alla tentazione, si lascia tentare, si prostra davanti al Drago e da lui riceve i

 regni di questo mondo.

 "TUTTE QUESTE COSE TI DARO' SE TU PROSTRANDOTI, MI ADORERAI"

 "TUTTE QUESTE COSE TI DARO' SE TU PROSTRANDOTI, MI ADORERAI"

- IL PAPA DI TUTTI -

- IL SANTO PADRE PREDILETTO -

"MA VOI NON CHIAMERETE NESSUNO SULLA TERRA "VOSTRO PADRE"

POICHE' UNO SOLO E' IL VOSTRO PADRE, QUELLO CELESTE"

- (Matteo 23,8) -

Molti messaggi delle cosiddette "apparizioni della vergine"

descrivono Karol Wojtyla come il "PAPA PREFERITO".

- MIO FIGLIO -

"OGGI IL MIO AMATISSIMO FIGLIO PAPA GIOVANNI PAOLO II, E'

VITTIMA DI TRADIMENTO ED E' ABBANDONATO DA MOLTI "

Milioni di idoli e immaginette pagane del cattolicesimo romano mostrano una

"POTENTE REGINA CON UN PICCOLO BAMBINO IN BRACCIO" 

"NON TI FARAI IDOLO NE IMMAGINE ALCUNA,

NON TI PROSTRERAI DAVANTI A QUELLE COSE E NON LE SERVIRAI"

Questa "regina" rappresentata non ha nulla a che fare con l'umile Maria descritta nei Vangeli e

 il bambino che porta in braccio non è certamente Gesù Cristo.

Queste rappresentazioni conducono ai misteri della Trinità Babilonese.


“Il PRINCIPIO DEL SUO REGNO FU BABEL"

- (Gn 10:10) -

Questa figura rappresenta la "virgo paritura" , la Prostituta Semiramide

terza persona della Trinità Babilonese con il "dio-sole":

TAMMUZ.

Questa figura di "regina con bambino" è conosciuta in tutto il  mondo e in tutte le religioni.

Sotto: la grande madre Devaki con il suo figlio Krishna.

In moltissimi messaggi della sedicente "Regina dei Cielui" il "santo padre Wojtyla" viene descritto come un

 FIGLIO.

Se Gesù Cristo è il Figlio di Dio

Karol Wojtyla è dunque il figlio della sedicente "regina dei cieli".

- IL PRIMO FIGLIO -

"tu sei mio figlio, oggi ti ho generato"

In diversi messaggi Karol Wojtyla viene chiamato

 "PRIMO AMATO FIGLIO".

Sotto: messaggi di Anguera.https://praedixivobis.wordpress.com/2017/12/01/angueragiovanni-paolo-ii-e-il-mio-papa-preferito/

 

- IL FIGLIO PREDILETTO -

Karol Wojtyla è "FIGLIO", "PRIMO AMATO FIGLIO",

"FIGLIO PREDILETTO":

E' semplicemente evidente che questo "PAPA" ha un ruolo del tutto speciale, unico, nei disegni della "REGINA".

"PREGATE PER IL MIO PAPA, MIO PREDILETTISSIMO FIGLIO,

Giovanni Paolo II, cammina con la sua croce, portando ai popoli LA PACE e la speranza di Cristo.

Cosciente dei pericoli a cui è esposto, continua umilmente a gettare le fondamenta della Chiesa di mio Figlio"

- (12 luglio 1986, messaggio a Gladys Quiroga de Motta, San Nicolás ) -

 Di chi sta parlando questa reginetta del nulla quando allude alla

 "CHIESA DI MIO FIGLIO"?

Quale "chiesa" stava edificando Karol Wojyla? La chiesa di Gesù Cristo o piuttosto la chiesa di Karol Wojyla?

La "MADRE" ci fa sapere che:

"Giovanni Paolo II, cammina con la SUA CROCE"

Una "croce" molto particolare che certamente caratterizzò tutto il pontificato del

 FIGLIO PREDILETTO.

Karol Wojtyla era un Cabalista Iniziato e stava spalancando le porte dell'inferno con le

sue perverse dottrine incentrate sul culto dell'uomo.

 - IL FIGLIO PRIMOGENITO -

Gesù Cristo è l'unigenito Figlio di Dio.

Karol Wojtyla viene chiamato

PRIMOGENITO FIGLIO DELLA MADONNA.

Per quale ragione questo uomo riceve questi titoli?

Perché proprio lui è chiamato "primogenito"?

 

La Bibbia ci dice che figli di Dio non si nasce ma si diventa per grazia nella fede in Gesù Cristo, il Messia Yeshua, è

infatti necessario nascere di nuovo:

"Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo.

Egli era nel mondo, e il mondo fu fatto per mezzo di lui, eppure il mondo non lo riconobbe.

Venne fra la sua gente, ma i suoi non l'hanno accolto.

A QUANTI PERO' L'HANNO ACCOLTO,

HA DATO POTERE DI DIVENTARE FIGLI DI DIO:

A QUELLI CHE CREDONO NEL SUO NOME.

- Giovanni 1,9 -

Ionnes Pavlo Secvndvs che si consacrò totalmente ad una "regina dei cieli" diventò dunque figli di chi?

- LA FERITA MORTALE -

- LA VITTIMA PURA - L'AGNELLO SACRIFICALE -

"NON ACCETTATE MAI UNA SOLA PAROLA CONTRO QUESTO PAPA,

NEANCHE SE PROVENISSE DAI SUOI AMATI PERCHE'

IO LO AMO CON UN PARTICOLARISSIMO AMORE.

EGLI E' LA VITTIMA PURA PER LA PACE DEL MONDO,

MEDIATORE UNIVERSALE, ASSIEME A ME, FRA DIO E GLI UOMINI"

- (25 gennaio 1996, messaggio a Catalina Rivas , Bolivia) -

In questi messaggi spaventosi Karol Wojtyla è definito "mediatore" quando il Solo Mediatore è Gesù Cristo.

Karol Wojtyla è definito "vittima pura" ma solo Gesù Cristo è la vittima pura, l'Agnello immolato.

Come poteva essere "puro" Karol Wojtyla se la Bibbia ci dice che "nessuno è buono"?

"INCOMBE SUL SANTO PADRE, MIO FIGLIO, UN PERICOLO, UN ATTACCO FEROCE DI SATANA

POICHE' LUI, VERO E SANTO MIO FIGLIO

STA APRENDO LE PORTE DEI CUORI DELLA VERA CHIESA DI DIO"

- (30 luglio 1995, pag. 72 ) -


1981

(vedi capitolo)

Il tredici maggio 1981 Karol Wojtyla sembra ricevere una ferita mortale.

Il mondo intero si commuove per la tragedia vissuta dall'uomo che molte persone chiamano "santo padre",

si prega, si piange, ci si dispera.

La scena è fortemente simbolica e sfrutta tutti gli archetipi più profondi, il "papa buono" e "vestito di bianco"

come un candido agnellino è "colpito al cuore" dai bruti. Il mondo intero si commuove e piange il

 "santo padre" che lotta tra la vita e la morte. La "ferita mortale" viene guarita e

Karol Wojtyla attribuisce ovviamente la guarigione alla "madre", la Fatina di Pinocchio, la

"buona regina" che ha salvato e protetto il "suo figlio prediletto".

Wojtyla sopravvive.

"Malgrado la perdita di tre litri di sangue stia per provocare la morte per dissanguamento,

IL CUORE REGGE.

L'intervento è portato a termine con successo"

- Ferruccio Pinotti -

"UNA DELLE SUE TESTE SEMBRO' COLPITA A MORTE

MA LA SUA PIAGA MORTALE FU GUARITA"

- Apocalisse -

Il Tredici Maggio ricorre l'anniversaio delle cosiddette

"APPARIZIONI DELLA MADONNA DI FATIMA" e

Karol Wojtyla non ha dubbi, è un "segno divino", è stata la "madonna di Fatima" a deviare la traiettoria dei proiettili,

la "regina dei cieli" ha "compiuto il miracolo":

"LA REGINA MI HA SALVATO"

- Karol Wojtyla -

(vedi capitolo)

Il mondo sembra completamente impazzito e milioni di persone gridano al MIRACOLO.

"LA MADONNA HA SALVATO IL PAPA"

"le profezie di Fatima si sono avverate!"

Il mondo intero resta profondamente colpito da questa vicenda e

il culto per la "regina dei cieli" conosce una nuova, immensa popolarità.

"ALLORA LA TERRA INTERA PRESA D'AMMIRAZIONE,

ANDO' DIETRO ALLA BESTIA E GLI UOMINI ADORARONO IL DRAGO

PERCHE' AVEVA DATO IL POTERE ALLA BESTIA E ADORARONO LA BESTIA DICENDO:

«CHI E' SIMILE ALLA BESTIA E CHI PUO' COMBATTERE CONTRO DI ESSA?"

- Apocalisse 13 -

La vicenda dell'attentato in Piazza San Pietro trasforma definitivamente

Karol Wojtyla in un "mito", un "grande", una "pope-star"...

(vedi capitolo)

Karol Wojtyla ha ormai il mondo ai suoi piedi.

- KAROL WOJTYLA CONSACRA IL MONDO ALLA "REGINA" -

- IL FIGLIO CONSACRA IL MONDO ALLA "MADRE" -

- 1982 -

La "regina " lo ha innalzato e Karol deve ora restituire il favore.

Il tredici Maggio 1982, davanti ad una statua scolpita Karol Wojtyla recita l'atto di

CONSACRAZIONE E AFFIDAMENTO DEL MONDO INTERO

AL CUORE IMMACOLATO DELLA REGINA DEI CIELI.

"A TE, MADRE, IO AFFIDO IL MONDO INTERO"

- Karol Wojtyla -

L'apostasia ha raggiunto in Wojtyla l'apoteosi.

(mi dissocio da questa consacrazione e rifiuto completamente questa follia,

non appartengo infatti ad una "regina dei cieli" e non voglio essere "consacrato a lei" da quest'uomo.

Esiste un solo DIO e solo DIO deve essere adorato).

- LA REGINA E L'INFALLIBILE - OBBEDITE! -

Sotto: messaggi di Anguera.https://praedixivobis.wordpress.com/2017/12/01/angueragiovanni-paolo-ii-e-il-mio-papa-preferito/

In molti messaggi e presunte "apparizioni"si insiste sul fatto che tutti devono obbedire,

nessuno deve mettere in discussione l'autorità e l'infallibilità (!!!) del "PAPA".

"Miei amati, Gesù non lascia dubbi a proposito dell'INFALLIBILITA' DEL PAPA.

QUINDI OGNI CRISTIANO CHE NON OBBEDISCE AL SANTO PADRE,

CERTAMENTE NON OBBEDISCE A DIO.

(...) MOLTI ERRORI SI SONO DIFFUSI ALL'INTERNO DELLA SANTA CHIESA,

E QUESTI ERRORI SONO CAUSATI DA PASTORI CHE NON SONO UNITI AL PAPA"

- 52 - 29 giugno 1988 -

"TUTTI VOI DOVRESTE DARE UNA TESTIMONIANZA DI UNIONE TRAMITE

UNA FORTE ADESIONE AL PAPA"

- 64 - 6 agosto 1988 -

"IL SANTO PADRE GIOVANNI PAOLO II. PREGATE PER LUI

ASCOLTATELO ED OBBEDITEGLI IN OGNI COSA.

TUTTI I SUOI INSEGNAMENTI SONO VERI. OGNI COSA CHE DICE E'

 IN SINTONIA CON IL MIO DESIDERIO"

"NON CREDETE A QUELLI CHE DUBITANO DI PAPA GIOVANNI PAOLO II,

NEGARE CIO' CHE PREDICA IL PAPA SIGNIFICA NEGARE IL VANGELO"

- 586 - 15 gennaio 1993 -

La "signora" e il presunto "Gesù-Eucarestia" sono categorici, tutti gli uomini devono seguire

il "figlio prediletto", tutti devono obbedire ciecamente al Papa.

"I MIEI AMATI SACERDOTI DEVONO SEGUIRE IL PAPA"

- (27 ottobre 1986, messaggio della "madonna" a Gladys Quiroga de Motta, San Nicolás ) -

"OBBBEDITE AL PAPA"

- 625 - 15 aprile 1993 -

"sSOLO COLORO CHE OBBEDISCONO AL PAPA GIOVANNI PAOLO SECONDO

POSSONO ESSERE CONSIDERATI CATTOLICI"

- 292 - 8 maggio 1990 -

"PAPA GIOVANNI PAOLO II  E' DAVVERO UN SEGNO DELLA MIA PRESENZA

STRAORDINARIA FRA VOI"

CHIUNQUE NON ACCETTA IL SUO INSEGNAMENTO,

NON RIUSCIRA' A RIMANERE NELLA VERITA'. PERTANTO, OBBEDITEGLI.

- 420 - 29 giugno 1991 -

Spiacenti per la reginetta vanitosa ma Gesà Cristo è la via, la verità e la vita.

Le cosiddette "apparizioni" della "Regina dei Cieli" non fecero altro che alimentare l'ego

già sproporzionato di Wojtyla, abituato a recitare sul palco, in mezzo ai rifflettori

(Wojtyla, non dimentichiamolo, era un attore).

Karol Wojtyla si dona alla sua reginetta e lei lo trasforma in un idolo, si è creata una perfetta simbiosi.

La "regina" stava costruendo la sua chiesa e Wojtyla, la Pope-Star, il "santo padre" degli idolatri

era l'uomo ideale per questa "Grande Opera".

- LA MORTE DEL SANTO PADRE - LA MORTE DEL FIGLIO -

"Cari figli, una grande moltitudine attende un segnale; si sentono pianti e lamenti e

UNA MADRE PERDE SUO FIGLIO"

- 01.01.2005 -messaggi di Anguera - (poco prima della morte del "papa") -


Karol Wojtyla, il "figlio dilettoviene dichiarato morto il 2 Aprile del 2005.

"LA BESTIA CHE HAI VISTO ERA MA NON E' PIU'"

- Apocalisse 17:8 -

Karol Wojtyla viene sepolto nelle grotte Vaticane proprio davanti ad una raffigurazione di

 "MADRE COL BAMBINO".



- IL CONSACRATO AL CUORE SACRO DELLA GRANDE MADRE -


 

"GIOVANNI PAOLO II, FEDELE E CONSACRATO AL

CUORE DELLA MADRE,

NULLA TEME, VA DOVE LA MADRE LO CHIAMA, SUPERANDO OGNI OSTACOLO.

HA FIDUCIA NELLA MADRE E LA SICUREZZA CHE NEI MOMENTI PIU' DIFFICILI

LA MADRE LO ACCOMPAGNA.

- (27 ottobre 1986, messaggio della "madonna" a Gladys Quiroga de Motta, San Nicolás ) -

Karol Wojtyla è certamente "il papa" della "regina dei cieli", il Prescelto,

IL SUO PUPILLO.

Iannes Pavlo Secvndvs entrò in una gigantesco paradosso,

Il sedicente "SANTO PADRE" si dichiarò "FIGLIO CONSACRATO E SCHIAVO" di una presunta

 "MADRE DI DIO" che a sua volta dichiarò nelle sue presunte "apparizioni" di avere per

"FIGLIO UNIGENIITO IOANNES PAVLO SECVNDVS".

Un cane che si morde la coda, un cerchio chiuso che conduce ad una "conclusione" tanto ovvia quanto grottesca:

 Se la "madonna" è "madre di dio" e "Iannes Pavlo Secvndvs"  è il "suo figlio"

allora "Ioannes Pavlo Secvndvs" è "dio".

Questo paradossa ricalca il mito dell'Occhio di Horus.

"IO SONO HORUS, FIGLIO PRIMOGENITO DI OSIRIDE CHE DIMORA NEL MIO

OCCHIO DESTRO,

IO GIUNGO DAL CIELO E RIMETTO LA DEA DELLA VERITA' NELL'OCCHIO DI RA"

- LIBRO EGIZIANO DEI MORTI -

- LA GRANDE OPERA E IL TRIONFO DEL SACRO CUORE -

Nelle sue diaboliche "apparzioni", questa "madonna" ha mostrato chiaramente di avere

un progetto, un piano preciso, una "Grande Opera" da compiere.

La "regina" vanitosa ha presentato i suoi piani e ha annunciato chiaramente il suo trionfo finale.

"SECONDO I SEGRETI INIZIATI A ATIMA, ALLA FINE IL

MIO CUORE IMMACOLATO TRIONFERA'"

"USCIRA' DAL MIO SACRO CUORE COLUI CHE E' DESTINATO A

PORTARE LA PACE"

- PROFEZIA NON BIBLICA - XIX-XX secolo, Maria Giulia Jahenny , Blain in Francia -

Sono oggi milioni le persone che stanno aspettando con impazienza questo "trionfo finale", ormai convinte che la

"regina" darà loro la "pace".

Queste persone attendono infatti un Ordine Nuovo dopo il Caos. La "regina" promette infatti una "Nuova Era".

La "Regina" promette la "pace e sicurezza" ma bisogna esaltarla ancora e proclamare un

 ULTIMO NUOVI DOGMA CHE LA RIGUARDA.

"QUANDO IL DOGMA, L'ULTIMO DOGMA SARA' PROCLAMATO

IO DARO' LA PACE AL MONDO"

"DESIDERO ORA AVVICINARVI TUTTI AL MIO SACRO CUORE  IMMACOLATO PER

DARVI LA PACE"

- messaggi della "regina dei cieli" -

“FIGLIA, IO STO SU QUESTO GLOBO PERCHE' DESIDERO ESSERE CHIAMATA

SIGNORA DI TUTTI I POPOLI"

- (16.11.1950) -

La "REGINA" promette persino di "SALVARE IL MONDO".

"LA SIGNORA DI TUTTI I POPOLI PROMETTE SOLENNEMENTE CHE

ELLA SALVERA' IL MONDO SOTTO QUESTO TITOLO"

- (20.03.1953) -

La "regina" ha anche fatto capire chiaramente che il suo piano è strettamente legato a al "suo Papa preferito".

"IL TRIONFO ARRIVERA' CON IL MIO FIGLIO GIOVANNI PAOLO II,

IL DONO PIU GRANDE CHE IL MIO CUORE IMMACOLATO ABBIA OTTENUTO.

CONSACRATEVI TUTTI A ME, AL MIO CUORE IMMACOLATO,

E IO PROTEGGERO' LA VOSTRA NAZIONE SOTTO IL MIO MANTO ORA PIENO DI GRAZIE"

- (Apparizione della "regina" nel giardino di casa, pagg. 76-77 ) -

Sotto: KAROL WOJTYLA con la "REGINA DEI CIELI" e l'ESAGRAMMA sulla testa:

"GIOVANNI PAOLO II E' IL MIO PAPA. E' IL MIO PAPA PREFERITO.

ATTRAVERSO I SUOI INSEGNAMENTI ARRIVERA' IL GRANDE TRIONFO

MIO CUORE IMMACOLATO"

- 184 - 29 giugno 1989 - messaggi della "regina" di Anguera -

"MIEI CARI FIGLI, OBBEDITE OBBEDITE AL SANTO PADRE AFFINCHE'

 I SUOI PIANI SIANO PORTATI A COMPIMENTO E COSI' ANCHE I MIEI"

"ORA SONO IMMINENTI GLI ANNI DEL TRIONFO DEL MIO CUORE IMMACOLATO"

 

La "regina" chiede ora al mondo intero la "consacrazione totale" al suo "sacro cuore".

Questa consacrazione corrisponde al patto Satanico che si realizza nelle Società Segrete ove gli Iniziati si

 "CONSACRANO TOTALMENTE"

alla "Portatrice della Fiamma", la Virgo Androgina da sempre adorata dai Templari,

 la Terza persona della Trinità Babilonese che i Massoni chiamano "Sophia" o "Femminino Sacro":

LUCIFERO.

Sotto: il SEGNO DEL REBIS:

Questo "atto di Consacrazione" è paganesimo puro, totale tradimento della Fede nell'Unico Salvatore Gesù Cristo, è

APOSTASIA.

La Bibbia profetizza la Grande Apostasia, strettamente legata alla Manifestazione dell'Empio.

 LE NOZZE - HIEROSGAMOS -

 "Il nostro Papa non "crede" nella Madonna, beato lui, ha raggiunto lo stadio dell'evidenza, della certezza.

Per lui la Madonna è una persona concreta, reale, e pensa a lei come si pensa

 a un componente del­la propria famiglia. Karol Wojtyla non è "devoto" della Madonna,

 è "innamorato" di Maria, nel senso letterale del termine e

 vive questo sentimento con la massima intensità"

- Vittorio Messori -

Se Giuseppe, benedetto da Dio, passò la sua vita accanto alla sua sposa Maria.

Ioannes Pavlo Secvndvs passò invece la sua vita a giocare con le bambole.

Ioannes Pavlo Secvndvs passò la vita nella triste compagnia di un pezzo di, sua "amata sposa".

 

"PAPA GIOVANNI PAOLO SECONDO,

LA MADONNINA HA ANCORA UN COMPITO DA FARTI FARE"

- la piccola Jessica delle "apparizioni di Civitavecchia" -

Il 29 aprile del 2011 Karol Wojtyla viene esumato.

E' la notte che precede la festa di Walpurga ove si festeggiava lo Hierosgamos, le

SACRE NOZZE DEL DIO CON LA DEA.

Nel puro Satanismo il mito della "Sacra Unione" del "dio" con la "dèa" è riproposto identico

ma in modo molto meno romantico e sdolcinato, lo Hierosgamos non è altro che

L'UNIONE DELL'UOMO CON IL CAPRONE.

"IO SONO TUTTO TUO"

- IL GREMBO - LA BASILICA E IL BASILISCO -

Il triplice sarcofago è ora trasferito dalle grotte alla Basilica (simbolo del grembo).

Le "nozze sacre" precedono ovviamente la gestazione, una lunghissim gestazione che,

come nelle speculazioni alchemiche ed esoteriche deve portare al parto dell'

UOMO-DIO, la FENICE.


Questa "ultima fase" del processo alchemico viene chiamata

IEROFANTE.

Sotto: The Young Pope di Sorrentino:


 


La Grande Opera Massonica è compiuta.

 




"Il grande drago, il serpente antico, colui che chiamiamo il diavolo e

 satana e che seduce tutta la terra,

fu precipitato sulla terra e con lui furono precipitati anche i suoi angeli.

Allora udii una gran voce nel cielo che diceva:

«Ora si è compiuta la salvezza, la forza e il regno del nostro Dio e la potenza del suo Cristo,

poiché è stato precipitato l'accusatore dei nostri fratelli, colui che li accusava

 davanti al nostro Dio giorno e notte.

 Ma essi lo hanno vinto per mezzo del sangue dell'Agnello e

grazie alla testimonianza del loro martirio; poiché hanno disprezzato la vita fino a morire.

 Esultate, dunque, o cieli, e voi che abitate in essi.

Ma guai a voi, terra e mare, perché il diavolo è precipitato sopra di voi pieno di grande furore,

sapendo che gli resta poco tempo"

- Apocalisse 12,9 -






RITORNA AD ALARMA HOME