- LA PARABOLA MASSONICA DI PINOCCHIO -

Pinocchio è il protagonista del celebre romanzo per ragazzi

'Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino'

del

Massone Carlo Lorenzini, in arte Carlo Collodi.

 

 Pinocchio è il bugiardo più famoso del mondo.

"Quando dice il falso, parla di quel che è suo perché 

E' BUGIARDO E PADRE DELLA MENZOGNA"

 - Giovanni 8,44 -

Pinocchio ha dato a Collodi una celebrità immensa.

Un calcolo delle copie di Pinocchio vendute in Italia e nel mondo è impossibile.

Una ricerca degli anni settanta condotta da Luigi Santucci annoverava 220 traduzioni in altrettante lingue.

Una stima più recente parla di oltre 240 traduzioni.

La favola del piccolo burattino è uno dei libri più letti al mondo,

numerose sono state le trasposizioni televisivi e cinematografiche

 (memorabile la serie a puntate "Le avventure di Pinocchio" di Comencini,

 bellissimo e curatissimo il film di Garrone uascito nel 2.019).

 Il successo di questo racconto è stato semplicemente titanico.

Nell'occultismo il "cavallo blu" è associato al"signore Satana" che

deve "adombrare" il suo Iniziato, il suo consacrato.


- PARABOLA MASSONICA -

E' subito evidente che molti elementi del racconto sembrino una caricatura della Bibbia e della vita di Gesù Cristo.

Geppetto (come ama ricordare Roberto Benigni in diverse interviste...) è un diminutivo di

Giuseppe (Giuseppetto).

Come Giuseppe sposo di Maria Geppetto è un falegname.

La balena riconduce al pesce che inghiotte Giona.

Pinocchio "appeso all'albero" è una caricatura di Gesù Cristo "appeso al legno".

Pinocchio che rinasce come "bambino vero" è una caricatura di Gesù Cristo che muore e risorge.

Tutto questo non sorprende perché

Pinocchio è una parabola massonica e i Massoni considerano la Bibbia come un mero "testo iniziatico"

(tra tanti altri) contenente un "insegnamento simbolico" che le persone semplici non possono comprendere.

 I Massoni citano la Bibbia ma solo per rivelarne presunti "messaggi segreti" (destinati solo agli Iniziati),

stravolgendone completamente il significato.

I Massoni tagliano e cuciono la Bibbia ma la Bibbia stessa attesta che queste persone sono

anticristo perché negano che Gesù è il Cristo e negano che Gesù è il Vero Dio manifestato in carne.

Gesù Cristo per i Massoni è infatti solo un simbolo, "un cristo" tra tanti, un "maestro tra tanti",

un uomo normale che si è "cristificato" attraverso la gnosi.

In un saggio intitolato "Pinocchio, mio fratello"

 (I Massoni si chiamano tra loro "compagni Massoni" e "fratelli Massoni"...)

il Massone italiano Giovanni Malevolti descrive il contesto massonico di Collodi:

«L'iniziazioner di Carlo Collodi alla Massoneria è universalmente riconosciuta e spesso definita.

Aldo Alessandro Mola,

un non-massone che è generalmente definito come lo storico ufficiale della Massoneria,

 ha espresso con certezza la grande apertura dello scrittore alla famiglia massonica.

Eventi della vita di Collodi sembrano confermare ulteriormente questa tesi:

 la creazione nel 1848 di un documento chiamato "Il Lampione", che, come ha affermato Lorenzini,

"ha illuminato tutti coloro che erano in bilico nelle tenebre",

 ha anche considerato sé stesso un "appassionato discepolo di Mazzini"

(un massone e rivoluzionario di primo piano in Italia)"

- massone  Giovanni Malevolti -

 Collodi si trova citato anche in documenti pubblicati dalla Gran Loggia Madre inglese.

I contenuti esoterici nelle “Avventure di Pinocchio” sono davvero moltissimi ed espliciti,

tutta la storia è un viaggio Iniziatico verso la presunta "redenzione gnostica".


- PINOCCHIO UCCIDE IL GRILLO PARLANTE -

La vera storia di Pinocchio era molto più crudele di quella che si conosce oggi,

sarà soprattutto il Massone Walt Disney a trasformare il racconto di Collodi in una fiabetta "dolce e colorata".

Il bugiardo Pinocchio uccide.

Collodi descrive il grillo parlante come una "voce della coscienza" ma allo stesso tempo lascia che il suo

burattino uccida, in uno scatto di rabbia, il piccolo animaletto.

"PINOCCHIO GLI LANCIA CONTRO UN MARTELLO E LO UCCIDE ALL'ISTANTE"

"il povero Grillo ebbe appena il fiato di fare crì -crì -crì, e poi rimase lì

STECCHITO E APPICCICATO ALLA PARETE"

Pinocchio, come ogni Massone, è chiamato a far tacere la propria coscienza per lasciarsi guidare invece dai

 "MISTERI DI LOGGIA"

che lo accompagneranno nel presunto

 "percorso verso la luce"

- LA PIETRA GREZZA E LA PIETRA LEVIGATA -

- IL BURATTINO DI LEGNO GREZZO E L'"UOMO-DIO"-

Ad una lettura superficiale la favola di Collodi può sembrare "istruttiva" ma dietro i

temi apparentemente "didattici" si nascondono degli insegnamenti massonici 

che veicolano in modo sottile delle dottrine relative alla

REDENZIONE GNOSTICA

La Massoneria nega totalmente la vera salvezza per fede in Gesù Cristo, l'unico Salvatore del mondo.

La Massoneria professa  invece l'"autoredenzione gnostica".

La salvezza per i Massoni è qualcosa che l'Iniziato deve meritare e guadagnare

unicamente con i suoi sforzi e con le sue opere,

attraverso l'auto-disciplina, l'evoluzione, la conoscenza di sé,

 la forza di volontà e l'ascesi verso i livelli più alti

della "conoscenza misterica", offerta nelle Logge.

L'impiccagione di Pinocchio rappresenta una di queste Iniziazioni,

il cappio viene infatti utilizzato in un rituale di Loggia.


"I simboli della Libera Muratoria sono molti e significativi: dallo scalpello ed il maglietto di Geppetto,

 i cappucci neri dei conigli che si avvicinano al burattino che non vuole ingoiare la medicina amara,

 il cappio con cui il Gatto e la Volpe appendono Pinocchio alla Quercia grande,

la barba di Mangiafuoco che come un grembiule ne copre il petto e le gambe"

Pinocchio è tutt’altro che una semplice favola; è un capolavoro sempre attuale e così grande

da poter accogliere le più differenti interpretazioni senza mai esaurirle.

E’ UNA PARABOLA MASSONICA.

sito della LOGGIA Hochma 182 - articolo dal titolo ‘Pinocchio: una storia iniziatica’

Fr. S. C.’ (Fonte: http://www.hochma182.com/pinocchio.p -d

f

I Massoni rappresentano questo processo di "illuminazione" con la trasformazione di una pietra grezza

ad una "pietra perfetta", il Maestro Massone.

Pinocchio il burattino è una rappresentazione Massonica dell'uomo "profano" (la pietra grezza) che attraverso

il lungo sentiero dell'Iniziazione riuscirà a trascendere la sua

"misera condizione umana" per diventare un "uomo vero", la "pietra perfettamente levigata".

Sotto: Loggia Massonica - Esagramma e triplice TAU:

"L'INSEGNAMENTO TOTALE DEI 33 GRADI DEL RITO SCOZZESE

della Massoneria è contenuto in questa sola frase:

L'UOMO E' A SE STESSO DIO, PONTEFICE E RE"

- Da un estratto dell' “Istruzione segreta”, data dai Superiori Incogniti della massoneria

al generale massone Giuseppe Garibaldi -

Questa è l'antica bugia del serpente antico.

"VOI SARETE COME DIO"

Sotto: Massone Roberto Benigni (citando il rosa+croce Alighieri) -

- PINO - OCCHIO -

Il nome Pinocchio contiene precisi riferimenti alla dottrina esoterica:

PINOCCHIO

PINO e OCCHIO

- IL PINO - LA PINEALE -

Pino: La Pigna, frutto del Pino, è un simbolo che rappresenta la pinea-le, la ghiandola pineale.

- L'OCCHIO -

Questo "occhio" rappresenta ad un tempo il "dio" della Massoneria e la sua dottrina segreta.

Sotto: DELTA LUMINOSO in una Loggia Massonica:

L'occhio rappresenta il terzo occhio che ogni massone deve "aprire" nel suo percorso.

"IL NOSTRO PRIMO DOVERE E' APRIRE IL NOSTRO OCCHIO PER LA VISIONE"

- Anton Lavey - chiesa di satana -

“LA MASSONERIA OPERATIVA, NEL SENSO PIU' PIENO DEL TERMINE,

INDICA IL PROCESSO MEDIANTE IL QUALE

IL TERZO OCCHIO VIENE APERTO"

- Manly P. Hall, Insegnamenti Segreti di tutte le età -

Il Pinocchio è dunque il Massone che ha aperto il terzo occhio per mezzo della pineale.

"E' STATO CHIAMATO IL TERZO OCCHIO, L'OCCHIO DI SHIVA.

LA GHIANDOLA PINEALE, DORMIENTE NEL MONDO, E' INVECE

PIENAMENTE ATTIVA IN UN ALTO MAESTRO MASSONE"

- DR. Jd Buck, Mystic Massoneria -

Pinocchio il burattino è ora "Illuminato".

Sotto: Moneta commemorativa


- GEPPETTO PREGA LA LUMINOSA STELLA -

Geppetto ha creato una marionetta (la "pietra grezza" della Massoneria) ma questo non gli basta, vorrebbe

DARE UNO SPIRITO ALLA SUA ICONA.

Geppetto si rende conto che ha bisogno dell'aiuto del "grande dio" per "dare vita" al suo pupazzo e

  farlo diventare un «bambino reale» o, in termini esoterici, un "uomo-illuminato".

Geppetto «esprime un desiderio» e chiede al "grande dio" di infondere in Pinocchio una parte della sua essenza divina.

Questo "grande dio" non è certo il vero Dio della Bibbia ma il G.A.D.U.,

il Grande Architetto dell'Universo dei Massoni, il "grande iniziatore Satana".

Nel film del Massone Disney il riferimento a Satana è ancora più chiaro perchè Geppetto prega di fronte ad una

"stella luminosa", è la blazing star della Massoneria (Sirio).

"SIRIO SPLENDE NELLE NOSTRE LOGGE COME

LA STELLA FIAMMEGGIANTE"

- Albert Pike, Morals and Dogma -

"SIRIO E' LA GRANDE STELLA DELL'INIZIAZIONE PERCHE' LA NOSTRA GERARCHIA E'

sotto la supervisione e il controllo magnetico spirituale della gerarchia di Sirio"

- Alice Bailey -

La massoneria descrive il Dio della Bibbia come un povero demiurgo, un "dio inferiore" e descrive

Satana come il "vero dio" che ha donato la "conoscenza" all'uomo, il "portatore di luce":

LUCIFERO

- LA FATINA DI PINOCCHIO -

Tutta la parabola di Pinocchio si realizza attraverso l'aiuto costante di una

FATINA TURCHINA

Pinocchio è strettamente, totalmente legato alla sua Fatina.

E' la "fata" a "donare la vita" a Pinocchio (prima Iniziazione Massonica).

E' la Fatina a "salvare" Pinocchio in ogni disavventura..



In ogni difficoltà, in ogni insidia trovata sul percorso Pinocchio cercherà sempre e solo il conforto della

sua "fatina buona", la sua "regina", la sua "mammina".

La luminosa Fata Turchina che accompagna il vagabondo Pinocchio nel suo peregrinare è rappresentazione

della Sophia Lucifera degli Gnostici, il "divino femminile", Iside che dona a Pinocchio la "scintilla divina", la gnosi:

DIANA LUCIFERA

"QUELLA STELLA INDICA LA PRESENZA DI

S A T A N A

E DELLA LUCE CHE EGLI IRRADIA SULLA MASSONERIA"

- massone Alphonse Louis Constant - «Rituale dell' Alta Magia» -

E' il G.A.D.U. adorato dai Masssoni:

SATANA

Sotto: LA CAPRA, il GOAT OF MENDES, il BAFOMETTO con il PENTALFA, segno di "autodivinizzazione":

E' lo stesso Collodi a rendere molto esplicito (per chi deve capire...)

che dietro la figura della "fata-buona" si nasconde la Capra, il Caprone Templare.

"IL SIMBOLO DI BAPHOMET E' STATO USATO DAI CAVALIERI TEMPLARI

PER RAPPRESENTARE SATANA, LA CAPRA DI MENDES"

- il satanista Anton Lavey -


"LA VERGINE CELESTE, SATANA"

- Helena Petrovna Blavatsky - 32° Co-freemason -

La Fatina ha guidato tutti i passi del suo burattino, del suo schiavo, pupazzo.

La Fata è descritta da Collodi come "Turchina",

il Blu è infatti il colore Isiaco associato al triangolo rovesciato, il "divino femminile".

 

Il bacio della fatina rappresenta la "sacra unione" dell'Iniziato con la "divina Sophia".

"TOTVS TVVS

EGO SUM ET OMNIA MEA TVA SVNT"

- Karol Wojtyla -

Questa unione è il bacio del principe azzurro a Biancaneve.

Questa unione è l'abbraccio della "bella" (Sophia) con la "bestia" (la pietra grezza della Massoneria).

Questa unione è lo Hierosgamos, le "nozze sacre",

presunta unione del "divino femminile" con il "divino maschile",

IL ROSSO E IL BLU

La realtà che si cela dietro questa romantica "unione" è purtroppo molto lontana da quella

raccontata nelle favole o nei gradi bassi delle Logge.

Il "grande Iniziato" è colui che ha dato tutto sé stesso, colui che si è consacrato totalmente a

SATANA

- capitolo -

- PINOCCHIO INGHIOTTITO DAL PESCECANE -

Pinocchio vuole ricongiungersi al padre ma trova la casa vuota, scopre che Geppetto è stato

inghiottito da un "pescecane" gigante.

 Il burattino si getta in acqua e viene lui stesso ingoiato dal mostro al fine di trovare il suo creatore.

 Questa è la sua Iniziazione finale, l'ultimo grado, la prova massima.

Il mostro marino è un simbolo del "grembo", del "grande abisso", la

MORTE INIZIATICA

"IN MASSONERIA LA MORTE INIZIATICA DEL MAESTRO MSSONE E'

ESPRESSA DALLA LETTERA MEM"


Questa "ricongiunzione" di Pinocchio con il papà Geppetto riconduce al mito Osirideo:

Il figlio Horus perde il suo occhio sinistro in battaglia.

Iside Lucifera deve ricomporre le membra disperse del marito (come nel racconto di Nimrod) e

ritrovare il fallo affinché Osiride possa riemergere dal mondo dei morti, dalla Duat per abbracciare

il figlio Horus (ancora cieco nell'occhio sinistro) per donargli (assieme a Iside) il

"potere della conoscenza totale" e della trasformazione, della "divinizzazione".

Nulla di nuovo, questo mito conduce al primo inganno del Serpente Antico.

- PINOCCHIO SALE DALL'ABISSO -

"LA BESTIA CHE HAI VISTO ERA MA NON E' PIU',

SALIRA' DALL'ABISSO, MA PER ANDARE ALLA PERDIZIONE

- Apocalisse 17:8 -

Pinocchio alla destra del padre riuscirà infine a

 SALIRE DALL'ABISSO

Pinocchio emerge dalla tomba (caricatura grottesca di Gesù Cristo), sale dal mare.

Il burattino ha ora imparato a "comportarsi bene" e si prende cura di Geppetto, lavora, fatica, guadagna...

Pinocchio è diventato "un bambino buono".

 "NESSUNO E' BUONO SE NON DIO SOLO"

- Marco 10,18 -

Proprio come un Massone modello Pinocchio ha creduto in sé stesso,

ha pregato e seguito la Fatina Turchina, ha portato molte opere e aspetta dunque di ricevere "quello che merita",

il premio per le sue "giuste azioni".

"E' PER GRAZIA CHE SIETE STATI SALVATI, MEDIANTE LA FEDE;

 e ciò non viene da voi; è il Dono di Dio.

Non è in virtù di opere affinché nessuno se ne vanti;

- (epistola di Paolo agli Efesini 2:8-10) -


- IL SACRO CUORE DI PINOCCHIO -

La Fatina compie dunque l'atteso miracolo.

Pinocchio ritorna alla vita, risorge.

Sotto: statua a Pinocchio a Milano:

Il burattino è diventato carne, la "pietra grezza" della Massoneria è diventata la

"PIETRA PERFETTAMENTE LEVIGATA"

Pinocchio è "l'uomo nuovo", l'"uomo-dio" delle speculazioni massoniche, il "maestro massone".

Ora Pinocchio è finalmente un "bambino vero" e la Fatina gli ha donato un

"cuore nuovo"

"TOTVS TVVS EGO SVM ET OMNIA MEA TUA SVNT

Accipio te in mea omnia,

PRAEBE MIHI COR TUUM, O MARIA"

- Ioannes Pavlo Secvndvs -

- Karol Wojtyla -

"DAMMI IL TUO CUORE, O MARIA"

 - Karol Wojtyla -


 La grande opera massonica è compiuta.

"SECONDO I SEGRETI INIZIATI A FATIMA,

ALLA FINE IL MIO CUORE IMMACOLATO TRIONFERA'"







RITORNA ALLA PAGINA PRINCIPALE