- SIMBOLOGIE DELLA TRINITÀ MISTERICA -

"IL FUOCO SOLARE, IL DIO SOLE, L'IMPERSCRUTABILE DIO VELATO,

IL DEUS ABSCONDITUS,

RAPPRESENTA IL MISTERO PIU' ALTO DELLA CONFRATERNITA MASSONICA.

ESSO E' IL SIMBOLO DELLO SPIRITO FATTO MATERIA,

CHE SORTISCE DALL'UNIONE DELLE DUE OPPOSTE NATURE IN ESSO PREESISTENTI;

E' L'INOPINABILE PRODIGIO CHE RIUNISCE IN SE' I CONTRARI,

IL TRIPLICE, L'ANDROGINO, E' INSOMMA L'UNITA',

LA STESSA CHE E' RIPROPOSTA NEL PANE E NEL VINO DEL

SACRAMENTO EUCARISTICO E NEL GRAL,

CUSTODITO DAI DODICI TEMPLARI NELLA TRADIZIONE GERMANICA"

- L'ANGELO PAVONE -

"FEDE NELLA NOSTRA SACRA, ALTISSIMA ED INVIOLABILE  TRINITÀ"

- ésoterisme maconnique -

Il culto del Triplice, la Trinità associata al numero misterico 666 era diffuso in tutto il mondo.

Tra i tanti simulacri di questo antichissimo culto pagano troviamo

 L'ANGELO PAVONE


 

- LA FENICE - L'ASTRONAVE PAVONE -

Il falso profeta Giorgio Bongiovanni e molti altri guru della New Age

stanno oggi annunciando l'imminente ritorno del Maitreya, del "cristo-Ra",

del grande Iniziatore a bordo della sua astronave Sha, la Fenice, rappresentata come un

PAVONE

Sotto: celebrazioni per Nelson Mandela:

Questo pavone, questa fenice, è un simbolo antichissimo del

serpente arcobaleno, il re dei demoni


 Melek Taus





- XP - CHI RHO -

Sotto: Tabernacolo della cappella St. Ingnatius, San Francisco:
 

La Fenice.

- IL GRANDE INIZIATORE -

E' il "grande iniziatore".


Sotto: The Jacksons

"Melek Taus

Il Signore Pavone è qui.

IL RE SERPENTE ASCENDERA'

Sette angeli in attesa sul monte Lalesh

 "Come Behre Azide Sarum!"

Ascoltate, il Signore Pavone dichiara:

"Non dire il mio nome segreto!"

Io ero, sono e non avrà fine. Voi mi conoscete come

Melek Taus.

 - THERION - MELEK TAUS -

- IL CULTO A MELEK TAUS -

Nel popolo degli Yazidi sono sopravissute tracce di un culto antichissimo e molto particolare:

IL CULTO DEGLI ANGELI

Il termine, Yazid, in lingua pahlavi “Yazd”, significa “angelo”,

mentre “Yezidi” significa “coloro che pregano gli angeli”.

Sul monte Lalish, situato nell'antica città assira di nineveh,

sorgono le cosiddette "sette torri del diavolo".

E' qui che i sacerdoti Yezidi celebravano le loro funzioni, la leggenda narra di luoghi 'infestati',

questo luogo sarebbe immerso in una "strana luce bluastra-violetta", i colori dell'angelo blu.

Il popolo Yazida è tornato alle cronache a motivo delle tristi e recenti persecuzioni del gruppo Isis.

I Dasin – come essi si chiamano – affermano di essere gli unici veri discendenti di Adamo e

ricordano profeti come Noè, Sem, Enoch.

Quella Yazida è una delle religioni più antiche a memoria d'uomo, vecchia di almeno 4000 anni,

al punto da essere definita da molti studiosi "il museo dei culti orientali".

Attualmente le comunità Yazide sono molto frammentate ma conservano un ordinamento sociale tutto loro,

molto simile a quello delle confraternite Sufi.

Inutile dire che il bellissimo popolo Yazida, oggi coinvolto nelle terrificanti persecuzioni,

conosce poco o nulla delle antiche tradizioni conservate da pochi alti sacerdoti.

Lo Yazidismo è infatti sostanzialmente una religione misterica ed Iniziatica, riservata a pochi.

Non deve certo stupire la religione Yazida abbia fortemente incuriosito ed affascinato il

Massone e spiritista George Gurdjeff  che raccontò degli Yazidi nel suo

“incontri con uomini straordinari".

Sotto: il massone GEORGE GURDJIEFF con il SEGNO DELLA MANO NASCOSTA:

 La Massoneria conserva infatti il culto di satana e dei suoi angeli, il "grande battaglione".

Gli Yazidi si suddividono tra laici (detti muridan , che significa “ aspiranti “) e

Iniziati

Lo Yazidismo è strettamente associato allo Zoroastrismo e al culto solare misterico di Mithra,

 anch'esso legato alle Iniziazioni.

Lo Yazidismo conserva delle tradizioni antichissime e

unisce spunti protoislamici a spunti gnostici, cabalistici, zoroastriani, mazdei.

Tra le pochissime scritture sacre annovera il

"Libro della Rivelazione", il "Libro dell'Illuminazione" e il misterioso

"Libro Nero della Creazione"

che viene conservato in segreto e di cui non si dispongono traduzioni ufficiali.

Le tristi vicende del martoriato popolo Yazida sono oggi molto pubblicizzate,

il dolore di queste persone viene infatti sfruttato viscidamente:

Quello che si vuole non è affatto difendere o aiutare questo popolo ma esaltare come

"martire" l'antica religione e, in generale lo Gnosticismo.

La stessa figura di Satana dovrà essere "spiegata meglio", "valutata in modo diverso",

dovrà essere esaltata dal mondo intero.

Lo Gnosticismo deve essere infatti essere posto posto "in antitesi" alle religioni "settarie e crudeli".

Islam radicale e Cristianesimo si trovano in totale antitesi ma devono comunque essere percepite dalle masse  come

 "religioni bigotte e fanatiche".

- MELEK TAUS - SHEITAN -

Dalla Parola di Dio sappiamo bene che gli angeli obbedienti a Dio non chiedono e non hanno mai chiesto culto e venerazione.

Gli angeli non vanno pregati e invocati.

Il culto degli angeli è totalmente pagano ed è rivolto da sempre a angeli caduti.

Sotto: Michael Jacksons, ROCK WITH YOU:

Esoteristi, massoni, spiritisti e maghi hanno spesso raccontato di rendere culto a queste "entità meravigliose"

che vengono chiamate "il grande battaglione" e si manifesterebbero se evocate.

Lo YAazidismo originale era profondamente intriso di pratiche magiche, divinazione e spiritismo,

tutte pratiche condannate nella Bibbia come abominazioni perchè

mettono l'uomo in contatto con entità a lui ostili e bugiarde.

Nella comunità Yazida era importantissimo era il "Kocec", un indovino o oracolo che

poteva affidare la persona malata a qualche

"spirito guida", nulla di diverso da quello che accade oggi con l'idolatria dei tanti "santi" del cattolicesimo romano.

La principale entità venerata dagli Iniziati è

Melek Taus, l'angelo blu o angelo pavone.

- SANAT KUMARA - MITHRA - PTAH -

Il termine M-l-k può essere letto sia come Melek, sia come Malak.

In arabo e in farsi, curdo, turco-ottomano, urdu, pashtu, indonesiano, somalo, swahili Malik (pl. muluk ) significa RE

mentre Malak significa angelo, Taus significa pavone. 

Uno dei tanti nomi con il quale Melek Taus è conosciuto è:

- SHEITAN - SATAN -

(agli Yazidi è proibito pronunciare questo nome).

Questo non sorprende perchè il Melek Taus è descritto con tutte le caratteristiche del "dio-duale",

 il "grande iniztore"

 adorato nella Massoneria e con quelle del serpente antico, descritto nella Bibbia.

AZRA IL - TAWSI MELEK

Gli stessi Yazidi affermano esplicitamente che il loro "dio",venerato e temutissimo, è

"il demone primo", un angelo ribelle

che si sarebbe però redento della sua colpa' e avrebbe aiutato l'uomo, "prendendosi cura" del mondo.

Questa visione non è lontana da quella della Massoneria

che considera Satana come il "vero dio" che "ha salvato l'uomo".

Diverse confessioni identificano Melek Taus con Lucifero o Satana e questo nome è molto conosciuto

da esoteristi, adoratori di satana e, in generale, nell'universo della New Age.

Aleister Crowley, mago e massone, fa spesso riferimento a questo "dio-pavone".

Il nome di Melek Taus è ancora oggi molto noto in ambito New Age.

Il 21 dicembre  2012 viene fondato anche

 "L'ANTICO ORDINE DEL PAVONE"

"L'antico Ordine dell'Angelo Pavone è stato fondato per

DIFFONDERE I MISTERI DELL'ANGELO PAVONE"

- IL GRANDE INIZIATORE E L'ILLUMINAZIONE -

- IL SERPENTE-ARCOBALENO -


A Melek Taus è da sempre associato il Pavone,

per la sua "immensa bellezza" e il serpente per la sua "grande conoscenza".

Il Melek Taus è considerato infatti come il "grande iniziatore",

colui che ha dato la dottrina occulta all'uomo, il "portatore della fiamma".

I tanti occhi e i mille colori della coda del pavone rappresenterebbero i colori dell'arcobaleno nell'apertura completa del

terzo occhio, la presunta "visione completa".

Il Tempio di Ma'at in Egitto era dedicato al processo dell''apertura del Terzo Occhio'.

La Profezia Yezida sostiene che Melek Taus tornerà sulla terra

come un "pavone" o "arcobaleno" durante un periodo di intenso conflitto, povertà, fame e sofferenza.

- BAAL - ZEBUB -

Questo capo dei dèmoni è stato associato alla figura del Baal-Zebub, principe dell'aria.

Le simbologie ermetiche presenti negli idoli di queste divinità sono sempre le stesse.

L'idolo del 'Signore Shamukha' mostra la stessa simbologia del triplice, il divino androgino.

- LORD MURUGAN -

Muruga è identificato in molte scritture come il Sanaty Kumara che offre la sua

Iniziazione, spesso rappresentato con un marchio sulla mano e sulla fronte.

Muruga è uno dei nomi di Shiva.

Sotto: MURUGAN seduto sul PAVONE, 'in alto come in basso':

Sotto: 'LORD MURUGAN', pavone, fiore di loto, marchio sulla mano, marchio sulla fronte, alone solare:




RITORNA ALLA PAGINA INIZIALE