- SIMBOLOGIE DELLA TRINITÀ MISTERICA -

"IL FUOCO SOLARE, IL DIO SOLE, L'IMPERSCRUTABILE DIO VELATO,

IL DEUS ABSCONDITUS,

RAPPRESENTA IL MISTERO PIU' ALTO DELLA CONFRATERNITA MASSONICA.

ESSO E' IL SIMBOLO DELLO SPIRITO FATTO MATERIA,

CHE SORTISCE DALL'UNIONE DELLE DUE OPPOSTE NATURE IN ESSO PREESISTENTI;

E' L'INOPINABILE PRODIGIO CHE RIUNISCE IN SE' I CONTRARI,

IL TRIPLICE, L'ANDROGINO, E' INSOMMA L'UNITA',

LA STESSA CHE E' RIPROPOSTA NEL PANE E NEL VINO DEL

SACRAMENTO EUCARISTICO E NEL GRAL,

CUSTODITO DAI DODICI TEMPLARI NELLA TRADIZIONE GERMANICA"

- VENERE VINCERA' -THE SHELL -

Il culto del Triplice, la Trinità associata al numero misterico 666 era diffuso in tutto il mondo.

Tra i tanti rituali che rappresentano questo antichissimo culto pagano troviamo la

VENERE - LA CONCHIGLIA

"LA NOSTRA VERGINE E' LA MADRE DEGLI DEI E DEI DEMONI.

E' LA DIVINITA' BENEFICA E AMOROSA.

IN REALTA' NEI TEMPI ANTICHI IL SUO NOME ERA

 LUCIFERO O LUCIFERIUS.

E' LA LUCE DIVINA E TERRENA,

IL GRANDE SPIRITO E SATANA ALLO STESSO TEMPO"

- esoterista e massone H. P. Blavatsky -

Sotto: la "dèa trionfante" COLUMBIA, la "portatrice di luce" che emerge dalla sua conchiglia:
 

La conchiglia é uno dei tanti simboli esoterici associati a

LUCIFERO

Il "divino androgino".

La perla, simbolo umano di presunta "purezza" e "perfezione" nasce in realtà dall'

IMPURITA'

Quando un corpo estraneo, un'impurità, un granello di sabbia, penetra al suo interno e la inabita,

 la conchiglia inizia a produrre una sostanza (la madreperla) con cui lo ricopre per proteggere il proprio corpo indifeso.

"Se non viene ferita, l'ostrica non potrà mai produrre perle, perché la perla è una ferita cicatrizzata"

- Paolo Scquizzato - Elogio della vita imperfetta -

La Pecten jacobaeus, volgarmente noto come capasanta, cappasanta, pettine di mare o

CONCHIGLIA DI SAN GIACOMO

è un mollusco ermafrodita e viene particolarmente apprezzato quando le gonadi dei due sessi,

una arancio corallina e una avorio, sono ben evidenti.

Gli organismi ermafroditi sufficienti sono in grado di riprodursi in autonomia, senza necessità di un partner.

E' in considerazione di questo che la

CONCHIGLIA DI SAN GIACOMO

 é venerata dagli Occultisti e associata a

DIVINO ANDROGINO

La statua della mata Afroditos era barbata e portava abiti femminili e scettro.

Le parti sessuali erano virili.

Le donne gli offrivano sacrifici in abito virile, gli uomini in abito muliebre.

Satana é il il grande venerato, la Venere dei Massoni.

La Venere dei Gesuiti.

Secondo la pura dottrina satanica, rivelata nei gradi più alti delle Logge Massoniche, alla fine il

cuore immacolato trionferà

Venere Vincerà

Satana è colui che da sempre ha ricevuto culto dalle società occulte e dagli idolatri.

"She (Ishtar) changes the right side (male) into the left side (female), she changes the left side into the right side,

she turns a man into a woman, she turns a woman into a man, she adorns a man as a woman,

she adorns a woman as a man"

- Sjoberg, A.W., In-nin-sa-gur-ra: A Hymn to the Goddess Inanna, Zeitschrift fur Assyriologie 65, no. 2 (1976) p.225

- THE GODDESS - ISIS - VENUS - COLUMBIA - AFRODITE - DIANA LUCIFERA - LIBERTAS - ASHTAROTH - ASTARTE -

Nei secoli non è mai cambiato nulla, la Venerata ha continuato a pretendere e ottenere il culto dagli idolatri.

"Ogni mia statua deve essere onorata e messa in luoghi di maggiore

VENERAZIONE"

- dalle "apparizioni" a Stefano Gobbi -

"in questo luogo io 

VOGLIO ESSERE VENERATA"

"voi dovrete costruire questa statua e

VENERARMI

con tutto il vostro cuore"

- LA CONCHIGLIA DI SAN GIACOMO E

IL CAMMINO DEGLI "INIZIATI" -

 - LA PRIMA APPARIZIONE - SARAGOZZA -
- CAPITOLO -

Sotto: Giovanni Paolo II nel santuario di Saragozza:

La capasanta di san Giacomo è ovviamente l'emblema misterico del 

Pellegrinaggio di San Giacomo di Compostela

Il Rebis si trova al vertice e anche alla conclusione del grande

CAMMINO INIZIATICO

Sotto: il Cammino di Santiago del Massone Paulo Coelho:

 Il Rebis è colui che li ha guidati e li ha condotti sulla presunta

VIA DELL'ILLUMINAZIONE

Non sorprende ritrovare, associata a questo simbolo, la Rosa+Croce dei Templatri e delle società segrete.

La città di Santiago de Compostela e il suo cammino non hanno nulla a che fare  con gli "apostoli".

La grotta della supposta tomba è uno degli ombelichi del mondo, un punto magico tellurico,

un bosco sacro celta ove si venerava la "grande madre",

un sito rituale centinaia di anni anteriore alla fabbricazione del mito jacobeo.

Arrivando a Santiago de Compostela, il pellegrino decideva di prolungare il suo viaggio fino alla Costa da Morte,

la via che ufficialmente si denomina 

CAMINO DE FISTERRA-MUXIA

La Costa da Morte era per gli antichi l'ultimo tratto di terra conosciuta,

finale di un itinerario segnato in cielo dalla Via Lattea e

dall'essere il luogo dove si collocava il sole.

Sotto: SANTUARIO di SANTIAGO de COMPOSTELA:

"Nessuno rientra in sé stesso,

ed ha conoscimento ed intelletto per dire:

mi prostrerò io d'innanzi ad un pezzo di legno?"

- Isaia. 44: 9-20 -

Il Santuario di Muxia viene colpito da un fulmine nel periodio di Natale del 2013.

Vicino al celebre Santuario è stata innalzata nel 2.012 una scultura.

LA FERITA

In ambito esoterico la Sieg Rune è associata alla

FINE DEL CAMMINO INIZIATICO

"IL FUOCO SOLARE, IL DIO SOLE, L'IMPERSCRUTABILE DIO VELATO,

IL DEUS ABSCONDITUS,

RAPPRESENTA IL MISTERO PIU' ALTO DELLA CONFRATERNITA MASSONICA.

ESSO E' IL SIMBOLO DELLO SPIRITO FATTO MATERIA,

CHE SORTISCE DALL'UNIONE DELLE DUE OPPOSTE NATURE IN ESSO PREESISTENTI;

E' L'INOPINABILE PRODIGIO CHE RIUNISCE IN SE' I CONTRARI,

IL TRIPLICE, L'ANDROGINO, E' INSOMMA L'UNITA',

LA STESSA CHE E' RIPROPOSTA NEL PANE E NEL VINO DEL

SACRAMENTO EUCARISTICO E NEL GRAL,

CUSTODITO DAI DODICI TEMPLARI NELLA TRADIZIONE GERMANICA"

Sotto: THE SHELL (Conchiglia - Ermafrodita):





RITORNA ALLA PAGINA PRINCIPALE