- LA MARIA DEI VANGELI -

Moltissime persone, in questi anni, mi hanno accusato, anche molto duramente, di essere un "eretico" o

un bestemmiatore che "disprezza e offende Maria".

Gli insulti gratuiti (che non serve riportare) certo non fanno piacere ma posso (relativamente)

comprendere questo atteggiamento e non porto nulla contro queste persone.

Voglio tuttavia RISPONDERE ed esprimere, con semplicità e umiltà la mia OPINIONE,

da persona che crede in Dio Padre e in Gesù Cristo, Nostro Salvatore.

Nei miei capitoli io non ho mai parlato della beata Maria ma di una figura che AFFERMA di essere Maria, ovvero la sedicente

"REGINA DEI CIELI".

Sinceramente, io ho sempre guardato alla figura di Maria, descritta nei Vangeli,

con grandissimo rispetto, tenerezza e ammirazione.

Leggo di una creatura UMILE alla quale venne fatta una grandissima grazia, quella di portare in grembo il Suo e Nostro Salvatore,

Gesù Cristo.

Dai Vangeli leggo di una ragazza che accettò, con grandissima FEDE e coraggio, un dono immenso.

Nei Vangeli, di Maria si parla poco e sempre in modo molto sobrio, in relazione all'opera dell'UNICO SALVATORE.

Io sono sinceramente convinto che amare Maria significhi RISPETTARLA e ricordarla nelle SUE PAROLE:

"ASCOLTATELO"

Maria non si definì MAI priva di peccato o superiore agli altri uomini,

anzi lodò umilmente Dio come suo Salvatore:

"L'anima mia magnifica il Signore, e lo spirito mio esulta in Dio,

MIO SALVATORE

perché egli ha guardato alla bassezza della sua SERVA"

- (Luca 1:46) -

Maria si definiva dunque "serva del Signore" e riconosceva di aver bisogno di un Salvatore,

nella Bibbia leggiamo che:

"un servo non è più grande del suo padrone"

Tra i primi cristiani, troviamo la bellissima testimonianza di Eusebio (260-340 d.C.), che scrisse:

"Nessuno è esente dalla macchia del peccato originale, neanche la madre del Redentore del mondo.

Gesù solo è esente dalla legge del peccato, benché nato da una donna sottoposta al peccato"

- (Eusebio, Emiss. in Orat. II de Nativ.) -

Questo è precisamente quello che afferma la Parola di Dio quando dice che

"nessuno è giusto, nemmeno uno"

Il Vaticano, nel suo catechismo, asserisce che Maria sarebbe

"NATA SENZA PECCATO per una grazia speciale"

Il VANGELO non afferma MAI QUESTO, AL CONTRARIO.

Il dogma dell'"immacolata concezione" di Maria fu emanato da Pio IX solo nel 1.854

ma la Bibbia dice che TUTTI gli esseri umani senza distinzione sono nati nel peccato e hanno peccato,

eccetto il Salvatore.

Questo è certo significativo perché pone TUTTI GLI UOMINI allo stesso piano e pone

 DIO nella Gloria che certamente GLI SPETTA.

Siamo infatti salvati per FEDE e per pura GRAZIA DI DIO che ci ha amati al punto di dare il Suo Figlio unigenito.

"Siccome per mezzo d'un solo uomo il peccato è entrato nel mondo, e

eper mezzo del peccato v'è entrata la morte, e in questo modo la morte è passata

su tutti gli uomini,

perché TUTTI hanno peccato"

- (Romani 5:12) -

Non è una questione di "opinioni" o di teologie,

le opinioni personali non contano davvero NULLA.

Dovremmo TUTTI accettare umilmente quello che è scritto.

Questi passi sono chiarissimi e negarli significa NEGARE la Parola di Dio.

Maria è una CREATURA UMANA, aveva un papà, aveva una mamma, non è DISTINTA DAL GENERE UMANO.

La Parola di Dio ANNUNCIAVA e PROFETIZZAVA che una VERGINE avrebbe avuto un figlio e

questo si realizzò perfettamento in Maria:

"Maria, sua madre, era stata promessa sposa a Giuseppe e, prima che fossero venuti a stare insieme,

si trovò incinta per opera dello Spirito Santo.

Giuseppe, suo marito, che era uomo giusto e non voleva esporla a infamia,

si propose di lasciarla segretamente. Ma mentre aveva queste cose nell'animo,

un angelo del Signore gli apparve in sogno, dicendo: «Giuseppe, figlio di Davide,

non temere di prendere con te Maria, tua moglie; perché ciò che in lei è generato, viene dallo Spirito Santo.

Ella partorirà un figlio, e tu gli porrai nome Gesù, perché

è LUI CHE SALVERA' il suo popolo dai loro peccati».

Tutto ciò avvenne, affinché si adempisse quello che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta:

«La vergine sarà incinta e partorirà un figlio, al quale sarà posto nome Emmanuele»,

che tradotto vuol dire: «Dio con noi».

Il catechismo romano racconta che Maria sarebbe rimasta vergine

 "prima, durante e dopo il parto"

Maria è ancora oggi venerata come "eternamente vergine".

Secondo gli insegnamenti della chiesa cattolica-romana, Maria non avrebbe dunque mai avuto rapporti con suo marito.

Cosa dice la Parola di Dio?

"Giuseppe , destatosi dal sonno, fece come l'angelo del Signore gli aveva comandato e prese con sé sua moglie;

e non ebbe con lei rapporti coniugali

FINCHE'

ella non ebbe partorito un figlio; e gli pose nome Gesù."

- (Matteo 1:18-25) -

La "verginità perpetua" (Maria, secondo il catechismo sarebbe rimasta vergine anche "durante" il parto...)

  èuna tipica caratteristica legata alla "dèe" o a figure mitiche dell'antichità che dovevano essere in qualche modo

circondate di particolari "virtù eroiche" che potessero farle apparire"sovrumane".

La "REGINA DEI CIELI", condannata anche dall'apostolo Paolo, era appunto venerata come "VERGINE".

Il sesso nel matrimonio non ha certo nulla di peccaminoso e

i fratelli di Gesù sono menzionati in vari versetti biblici.

Matteo 12:46; Luca 8:19 e Marco 3:31 dicono che la madre e i fratelli di Gesù lo vennero a trovare.

La Bibbia ci dice che Gesù aveva quattro fratelli: Giacomo, Giuseppe, Simone e Giuda (Matteo 13:55).

La Bibbia ci dice anche che Gesù aveva sorelle, ma non ci vengono dati né i nomi né ci viene detto quante erano (Matteo 13:56).

In Giovanni 7:1-10, i fratelli di Gesù vanno ad una festa mentre Gesù non va.

In Atti 1:14 vengono descritti i suoi fratelli e sua madre che pregano con i discepoli.

Galati 1:19 menziona che Giacomo era il fratello di Gesù.

La conclusione più naturale di questi brani è che Gesù aveva fratellastri e sorellastre di sangue.

Non vi è proprio NULLA di strano o sorprendente in questo.

Coloro che si oppongono a questo non lo fanno in base ad una lettura della Scrittura,

ma unicamente in base ad un preconcetto che riguarda la virginità perpetua di Maria, che a sua volta è anch'essa

chiaramente una posizione non biblica-

- Maria pregava DIO -

Neppure un passo della Bibbia insegna a PREGARE Maria o qualunque altra creatura umana.

Piaccia o no, questo è un dato di fatto.

Se decidiamo dunque di fare quello che LA BIBBIA NON DICE e il MAESTRO NON INSEGNO' MAI...

dobbiamo esserne coscienti.

Maria pregava Dio. Il Maestro insegnò CHIARAMENTE a PREGARE IL PADRE NOSTRO e

a rendere CULTO UNICAMENTE A DIO.

I credenti pregano unicamente il CREATORE.

La "REGINA DEI CIELI" delle cosiddette apparizioni (alle quali sono legate milioni di persone nel mondo...)

ha curiosamente ATTRIBUITO A SE STESSA tutti i TITOLI che la Bibbia associa UNICAMENTE a Gesù Cristo.

1) Gesù è nato senza peccato -- Maria sarebbe stata concepita senza peccato (assolutamente non biblico)

2) Gesù era ed è senza peccato -- Maria avrebbe vissuto una vita senza peccato (assolutamente non biblico)

3) Dopo risorto, Gesù ascese al cielo -- Maria sarebbe stata assunta fisicamente in cielo (assolutamente non biblico)

4) Gesù è l'unico Mediatore -- Maria sarebbe la mediatrice (assolutamente non biblico)

5) Gesù è l'unico Redentore -- Maria sarebbe coredentrice (assolutamente non biblico)

6) Gesù è il nuovo Adamo -- Maria sarebbe la nuova Eva (assolutamente non biblico)

7) Gesù è l'Agnello senza macchia -- Maria sarebbe l'agnella senza macchia (assolutamente non biblico)

8) Gesù è il Re -- Maria sarebbe la Regina (assolutamente non biblico)

Si potrebbe continuare ma non serve...

Voglio dunque concludere queste breve capitolo ricordando, ancora una volta,

le UMILI e meravigliose parole di Maria, presenti nei Vangeli:

«Qualunque cosa

LUI

vi dirà, fatela!»

- (Gv 2,5) -

 

 

- vai a "REGINA DEI CIELI" -

RITORNA AD ALARMA HOME