- IL MARCHIO DELL'IDOLATRIA -

LA STELLA DI REMPHAN

(parte 8 di 20)

- 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 -

- L'ESAGRAMMA E IL TEMPIO DI BAAL - ASTARTE -

Baalbek in Libano è uno dei siti archeologici più importanti del Vicino Oriente,

dichiarato nel 1984 Patrimonio dell'Umanità dall' UNESCO.

La città fu dominata prima dai greci, successivamente venne conquistata dai romani,

divenne poi cristiana e infine musulmana. Gli antichi templi vennero progressivamente abbandonati.

"Si asservirono a BAAL-PEOR e mangiarono i sacrifici dei morti..."

ESAGRAMMA, TEMPIO DI BAAL:

Baalbek è famosa per le monumentali rovine di alcuni templi romani risalenti al II e III secolo dell'era comune,

quando Baalbek, con il nome di Heliopolis (città del SOLE)

ospitava un importante santuario dedicato a Giove-Jupiter Eliopolitano nella provincia romana di Siria.

Il gigantesco tempio che ospitava la statua di Giove Eliopolitano, dominava la Grande Corte,

sopraelevato sopra una scalinata a tre rampe.

Si trattava del più grande tempio romano conosciuto.

Restano in piedi sei colonne colossali, con fusti di 2,20 m di diametro ed alte oltre 20 m.

- IL TRILITIO - LE TRE PIETRE -

Il tempio di Giove era certamente romano ma vi sono molti dubbi sul COLOSSALE BASAMENTO.

Il Tempio di Giove-Jupiter-Baal poggia infatti su una COLOSSALE TERRAZZA

(di circa 465.000 metri quadrati) costituita da massi di dimensione gigantesca,

la maggior parte dei quali sono di circa 300 tonnellate di peso.

Tra queste si trovano poi tre TITANI...

TRE ENORMI PIETRE LAVORATE E SQUADRATE di circa 750 tonnellate l'una.

Sotto: le colossali pietre del basamento del Tempio di Giove e il TRILITIO:

Tale terrazza è quasi certamente opera di una civiltà precedente alla costruzione del tempio,

dato che i Romani (la cui storia e tecnologia a noi sono ben note per ovvi motivi) non erano

assolutamente in grado di spostare massi di 750 tonnellate.

Secondo antichi manoscritti arabi, Baalbek appartenne al leggendario Re Nimrod,

che ordinò la sua ricostruzione, dopo il diluvio, affidando tale ricostruzione a GIGANTI.

La Bibbia descrive queste creature con grande chiarezza...

"C'erano sulla terra i GIGANTI a quei tempi - E ANCHE DOPO -

quando i figli di Dio si univano alle figlie degli uomini e queste partorivano loro dei figli:

sono questi gli eroi dell'antichità, uomini famosi"

Sotto: proporzioni tra un essere umano e le pietre del TRILITIO:

"Gli Israeliti fecero ciò che è male agli occhi del Signore e servirono i BAAL"

(BAAL significa "SIGNORE", "SIGNORIA")

"abbandonarono il Signore, Dio dei loro padri, che li aveva fatti uscire dal paese d'Egitto,

e seguirono altri dèi di quei popoli che avevano intorno:

si prostrarono davanti a loro e provocarono il Signore, abbandonarono il Signore e servirono

BAAL E ASTARTE"

Nulla di nuovo... sotto il SOLE...

L'IDOLATRIA di ieri è l'IDOLATRIA di oggi e gli INSENSATI sembrano NON VOLERSI RAVVEDERE.

(vedi capitolo ESAGRAMMA e REGINA DEI CIELI)

Le origini di Baalbek risalgono (secondo la scienza ufficiale)

a due insediamenti cananei che gli scavi archeologici sotto il tempio romano (Giove-Jupiter-Baal)

hanno permesso di identificare come databili all'età del bronzo antica (2900-2300 a.C.) e media (1900-1600 a.C.).

Il tempio é da correlarsi all'ORACOLO, al "dio" BAAL (signore), HADAD,"DIO DEL SOLE",

ad ANAT (consorte di BAAL, più tardi identificata con ASTARTE, la "REGINA DEI CIELI") e

SHAMASH, TAMMUZ (più tardi identificato con ADONE).

- BAAL - SHAMASH - ASTARTE -

- ISIS - HORUS - SERAPIS (IHS) -

I sovrani tolemaici favorirono probabilmente l'identificazione del dio Baal con il dio del sole egizio Ra e

il dio del sole greco Helios,

allo scopo di cementare una maggiore fusione culturale all'interno dei propri territori.

- TITANI -

Questo titanico, mastodontico blocco di pietra (sotto)

LAVORATO E SQUADRATO

si trova in una cava vicino alla città di Baalbek (Libano), dove fu abbandonato

chissà quante migliaia di anni fa.

La sua lunghezza è 22 metri,

IL SUO PESO E' DI CIRCA 1500 TONNELLATE

(stime molto differenti tra loro che vanno dalle 1000 alle 2000),

viene chiamato dagli occidentali Monolito ed é, per quanto ne sappiamo al momento,

il più grande blocco di pietra lavorato della storia del pianeta.

Per dare un altro riferimento noto, il suo peso è circa il triplo di quello dei blocchi più pesanti delle piramidi di Giza,

OGGI NON ESISTONO GRU O ALTRE MACCHINE CAPACI DI SOLLEVARE UN SIMILE CARICO.

- BAALBEK, ESAGRAMMA -

"Ma il popolo che abita il paese è potente, le città sono

FORTIFICATE E IMMENSE

e vi abbiamo anche visto i figli di Anak.

Ma gli uomini che vi erano andati con lui dissero: "Noi non saremo capaci di andare contro questo popolo,

perché è più forte di noi". Screditarono presso gli Israeliti il paese che avevano esplorato,

dicendo: "Il paese che abbiamo attraversato per esplorarlo è

UN PAESE CHE DIVORA I SUOI ABITANTI

tutta la gente che vi abbiamo notata

E' GENTE DI ALTA STATURA, VI ABBIAMO VISTO I GIGANTI,

figli di Anak"

Sotto: CROCE SOLARE di BAAL SHAMASH:

Sotto: ESAGRAMMA:

"esse rimasero incinte e generarono

GIGANTI ALTI 3000 CUBITI

che consumarono il prodotto degli uomini.

Ma quando gli uomini non poterono più rifornirli di nulla,

i giganti si rivoltarono contro di loro e LI DIVORARONO ."

Sotto: TRIPLO ESAGRAMMA e SATURNO che divora suo figlio:

"Non li temete dunque;

perchè non c'è niente di nascosto che non debba essere scoperto,

né di occulto che non debba essere conosciuto"

 

 

CONTINUA NELLA PARTE 9

- 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 -

RITORNA AD ALARMA HOME