- LA DEVASTANTE DOTTRINA DEL

"RAPIMENTO SEGRETO PRETRIBOLAZIONE"

- PARTE 4 DI 4 - ( 1 - 2 - 3 - 4 ) -

- LA DOTTRINA DEL RAPIMENTO SEGRETO PRE-TRIBOLAZIONE -

Il pensiero pre-tribolazionista era sconosciuto alla Chiesa primitiva. Nessuno è mai stato in

grado di dimostrare che questa particolare dottrina venisse considerata o insegnata prima del 19° secolo.

E' una dottrina conosciutissima nel mondo New Age e nei movimenti della

"prosperità" perché offre ovviamente una prospettiva "comoda" e zuccherosa.

 Il messaggio di questa dottrina dice sostanzialmente al Cristiano:

"tranquillo, tu non dovrai attraversare nessun grande Tribolazione,

 il problema dell'Anticristo, del Marchio, della persecuzione dei Santi non ti riguarda perché

verrai rapito rapito sulle nuvole PRIMA che tutto questo accada"

Coloro che immaginano di essere i "prescelti" che Dio "porterà via nelle nuvole" sono quasi sempre

delle persone che non hanno mai conosciuto una tribolazione in vita loro, persone che vivono nella bambagia e che

dimenticano che, proprio in questo momento, sulla terra, migliaia di cristiani sono

perseguitati, bruciati, uccisi a motivo della loro fede.

Questa dottrina, sostenuta soprattutto nel mondo evangelico moderno, è diffusa ormai un po' ovunque, in tutte le denominazioni.

Questa dottrina offre un miraggio potenzialmente fatale.

Chi si accinge a studiare la Bibbia in tutta onestà, scoprirà presto

che la tesi pre-tribolazionista dipende interamente da inferenze e deduzioni.

Non esiste un solo passo della Bibbia ove si insegna che la chiesa sarà rapita fisicamente dalla terra prima

 della grande tribolazione annunciata per il tempo della fine.

I passi della Scrittura utilizzati dai pre-tribolazionisti devono essere per

forza soggetti ad interpretazioni (spesso davvero forzate...) per dedurre un adunamento

"pre" tribolazione o il fatto che Gesù tornerà "due volte".

Io non sono certamente contro l'"adunamento dei santi" e il Ritorno di Gesù Cristo,

sono invece contro le menzogne e le false dottrine che possono indurre in errore i credenti.

Queste false dottrine potrebbero infatti rivelarsi fatali.

Sostanzialmente, questo è lo scenario che viene descritto da queste dottrine:

"IL CRISTO VERRA' UNA SECONDA VOLTA IN MODO SEGRETO E SILENZIOSO,

SEGRETAMENTE, SENZA ALCUN PREAVVISO.

GESU' VERRA' PRIMA DEL PERIODO DI TRIBOLAZIONE PER RAPIRE LA SUA CHIESA.

LA CHIESA SARA' VOLATILIZZATA E ANDRA' IN CIELO E NON DOVRA' DUNQUE

AFFRONTARE NESSUNA GRANDE TRIBOLAZIONE, NON SARA' AFFATTO PERSEGUITATA

DALLA BESTIA. IL PROBLEMA DELL'ANTICRISTO RIGUARDA SOLO I

"LASCIATI INDIETTRO".

I LASCIATI DOVRANNO DUNQUE CONVERTIRSI CON LA FORZA O MORIRE"

DOPO UN PERIODO DI TRIBOLAZIONE IL CRISTO TORNERA'

FINALMENTE SULLA TERRA CON I SUOI ELETTI PER REGNARE"

Questo scenario corrisponde perfettamente a quanto raccontato oggi da centinaia di guru e falsi profeti della New Age.

- CONFUTAZIONE DELLA

DOTTRINA DEL RAPIMENTO SEGRETO PRE-TRIBOLAZIONE -

- TESI E ARGOMENTAZIONI ASSURDE -

Voglio presentare alcune delle cosiddette "tesi" che vengono portate da coloro

che difendono la dottrina del R.P.T.

per far notare quanto queste argomentazioni siano fragili, assurde e fumose.

- LA CHIESA NON PASSERA' PER LA GRANDE TRIBOLAZIONE -

Il perno della dottrina del "rapimento pre-tribolazione" è fondata sostanzialmente sull'idea che

"I Santi non passeranno per la Grande Tribolazione".

Questa è una menzogna che nega in modo chiaro quello che la Bibbia attesta.

La dottrina del rapimento segreto pretribolazione può restare in piedi solo alla condizione di negare, ignorare,

 far finta di non vedere quello che nella Bibbia è invece scritto chiaramente e molte volte:

La chiesa sarà perseguitata, i Santi passeranno per

 la Grande Tribolazione e molti di loro saranno messi a morte.

Questo è l'elefante in salotto che i pretribolazionisti si rifiutano categoricamente di vedere.

Pur di negare quello che è chiaro, evidente, esplicito... i pretribolazionisti sono disposti a credere a tutto e

 a fantasticare per non guardare quello che NON vogliono accettare.

"Uno dei vegliardi allora si rivolse a me e disse:

 «Quelli che sono vestiti di bianco, chi sono e donde vengono?».

 Gli risposi: «Signore mio, tu lo sai». E lui:

"ESSI SONO COLORO CHE SONO PASSATI ATTRAVERSO LA GRANDE TRIBOLAZIONE

E HANNO LAVATO LE LORO VESTI TENDENDOLE CANDIDE COL SANGUE DELL'AGNELLO.

 Per questo stanno davanti al trono di Dio e gli prestano servizio giorno e notte nel suo santuario; e

 Colui che siede sul trono stenderà la sua tenda sopra di loro"

- Apocalisse 7,13 -

  I pretribolazionisti dicono di amare Gesù Cristo ma si rifiutano categoricamente

di credere in quello che Lui ha detto in modo chiarissimo a riguardo della Fine dei Tempi:

"TUTTO QUESTO NON SARA' CHE PRINCIPIO DI DOLORI.

ALLORA VI GETTERANNO IN TRIBOLAZIONE E VI UCCIDERANNO E VOI SARETE ODIATI

DA TUTTE LE GENTI A MOTIVO DEL MIO NOME.

E allora molti si scandalizzeranno, e si tradiranno e si odieranno a vicenda.

E molti falsi profeti sorgeranno e sedurranno molti.

E perché l'iniquità sarà moltiplicata, la carità dei più si raffredderà.

MA CHI AVRA' PERSEVERATO FINO ALLA FINE SARA' SALVATO.

E questo evangelo del Regno sarà predicato per tutto il mondo,

onde ne sia resa testimonianza a tutte le genti; e allora verrà la fine"

- Matteo 24:4 - 31 -

Per i pretribolazionisti coloro che saranno gettati in tribolazione sono misteriosi "altri"...

Per i pretribolazionisti coloro che saranno odiati e uccisi sono sempre "altri"...

Questa cosa NON li riguarda minimamente.

Tutto questo significa calpestare coscientemente le Scritture, voler ignorare quello che è chiarissimo ed innegabile.

Gesù, come un Pastore Buono e giusto ha preparato la Sua Chiesa, i Suoi Santi.

Gesù ha preparato e messo in guardia riguardo ad una Grande Tribolazione e ci ha chiamato a perseverare fino alla fine.

Gesù ha detto che come hanno perseguitato Lui  così sarà perseguitata la Sua chiesa.

 “Ricordatevi della parola che vi ho detto, il servo non è più grande del suo padrone.

Se hanno perseguitato me,

PERSEGUITERANNO ANCHE VOI

 se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra"

- Giovanni 15:20 -

In Apocalisse si dice in modo chiarissimo che i Santi saranno perseguitati e messi a morte.

"E vidi le anime di quelli che erano stati decapitati per la testimonianza di Gesù e per la parola di Dio,

 e di quelli che non avevano adorato la bestia né la sua immagine e non avevano ricevuto

 il suo marchio sulla loro fronte e sulla loro mano.

ESSI TORNARONO IN VITA E REGNARONO CON CRISTO PER MILLE ANNI"

- Apocalisse 20,4 -

Chi sono queste persone che sono state decapitate e che tornano in vita e regnano con Cristo?

Queste persone non sono forse i Santi, la Chiesa? Non sono forse coloro che partecipano alla prima resurrezione?

 I pretribolazionisti dicono che tutto questo non li riguarda affatto, loro infatti non saranno certo perseguitati e decapitati.

"Alla Bestia fu pure dato di far guerra ai Santi e di vincerli, di avere autorità sopra ogni tribù,

popolo, lingua e nazione.

 L'adoreranno tutti gli abitanti della terra i cui nomi non sono scritti fin dalla creazione

del mondo nel libro della vita dell'Agnello che è stato immolato"

- Apocalisse 13,7 -

Questi passi sono chiarissimi, i Santi saranno vinti dalla Bestia, alla Bestia sarà dato di metterli a morte.

 I pretribolazionisti dicono che tutto questo non li riguarda affatto.

Le profezie di Giovanni sono identiche a quelle del Profeta Daniele:

"egli proferirà parole contro l’Altissimo, ridurrà allo stremo i Santi dell’Altissimo…

i Santi saran dati nelle sue mani per un tempo, dei tempi, e la metà d’un tempo"

- (Daniele 7:25) -

Chi sono questi Santi? Sono i credenti in Cristo Gesù, i cui nomi sono scritti nel libro della vita fin dalla fondazione del mondo.

Questo è poi anche confermato pienamente da Giovanni che dice che il falso profeta faceva sì che tutti

"quelli che non adorassero l’immagine della bestia fossero uccisi"

- (Apocalisse 13:15) -

E' proprio la Chiesa che in Apocalisse è chiamata al martirio. Non tutti moriranno martiri, ma

 “Se uno deve…essere ucciso… bisogna che sia ucciso.

Qui sta la costanza e la fede dei Santi”

- (Apoc. 13:10) -

Della costanza dei Santi si parla anche in relazione all‟invito a non prendere il marchio della Bestia, in Apocalisse14:9-13.

“Qui sta la costanza dei Santi che osservano i comandamenti di Dio e la fede in Gesù”.

- PRIMA O DOPO LA TRIBOLAZIONE? -

La traslazione dei credenti che saranno ancora in vita (il cosiddetto "rapimento") viene categoricamente

menzionata solo sei volte nel Nuovo Testamento,

ma la sua tempistica viene data solo in quattro di questi passaggi, vale a dire in: Matteo 24:29-31

– (“subito dopo la tribolazione”) Marco 13:24-27 – (“ dopo quella tribolazione”) I Corinzi 15:51-52 – (“al suono dell' ultima tromba”)

II Tessalonicesi 2:1-3 – (“quel giorno non verrà prima che sia stato manifestato l'uomo del peccato”)

Gli altri due passaggi non ne descrivono la sequenza: I Tessalonicesi 4:14-17 e Giovanni 14:1-4

I pretribolazionisti negano tutto questo e arrivano a negare le parole di Gesù Cristo.

I discepoli fecero a Gesù una domanda a proposito del Suo ritorno, e Gesù rispose loro in modo chiarissimo.

Gesù non parlò di un ritorno in due tappe, non raccontò di ritorni separati per gruppi di persone diverse...

ma quando mai Gesù raccontò queste assurdità?

Gesù Cristo parlò del Suo Ritorno.

Gesù spiegò loro quali avvenimenti avrebbero necessariamente preceduto il Suo Ritorno e tra queste cose è

menzionata una grande afflizione che gli eletti, i Santi, passeranno.

“ORA, SUBITO DOPO LA TRIBOLAZIONE DI QUEI GIORNI,

 il sole si oscurerà, e la luna non darà il suo splendore,

e le stelle cadranno dal cielo, e le potenze de' cieli saranno scrollate.

E allora apparirà nel cielo il segno del Figliuol dell'uomo;

ed allora tutte le tribù della terra faranno cordoglio, e vedranno il Figliuol dell'uomo

venir sulle nuvole del cielo con gran potenza e gloria. E manderà

i suoi angeli con gran suono di tromba a radunare i suoi eletti dai quattro venti, dall'un capo all'altro de' cieli”

Gesù sta parlando chiaramente del Suo Ritorno. Cosa farà farà Gesù quando ritornerà dal cielo?

Manderà i suoi angeli a radunare i Suoi Eletti. Questi Eletti sono chiaramente i Santi, la Chiesa.

Se Gesù Cristo dice che queste cose avverranno "DOPO LA TRIBOLAZIONE DI QUEI GIORNI"...

come si può affermare che verranno "PRIMA"?

CHI altri?

Gesù avrebbe avuto una possibilità chiara per insegnare la dottrina di un rapimento pre-tribolazione, ma non ne parlò affatto.

Gli apostoli non parlarono mai di DUE FASI DISTINTE del ritorno di Cristo, perché non credevano affatto in questo.

Paolo menziona la venuta di Cristo assieme al nostro adunamento con Lui, perché queste cose sono ovviamente collegate,

il nostro adunamento con Cristo fa parte della venuta di Cristo, è strettamente legato alla Sua venuta.

Paolo chiama questo evento "il giorno del Signore".

Paolo descrive questo momento anche nel capitolo 1 della seconda Epistola ai Tessalonicesi:

“Poiché è cosa giusta presso Dio il rendere a quelli che vi affliggono, afflizione; e a voi che siete afflitti,

requie con noi, quando il Signor Gesù apparirà dal cielo con gli angeli della sua potenza,

in un fuoco fiammeggiante, per far vendetta di coloro che non conoscono Iddio,

e di coloro che non ubbidiscono al Vangelo del nostro Signor Gesù.

I quali saranno puniti di eterna distruzione, respinti dalla presenza del Signore e dalla gloria della sua potenza,

quando verrà per essere in quel giorno glorificato nei suoi santi e ammirato in tutti quelli che hanno creduto,

e in voi pure, poiché avete creduto alla nostra testimonianza dinanzi a voi”

- (2 Tessalonicesi 1:6-10) -

Paolo parla chiaramente della venuta di Cristo: "apparirà dal cielo"

Gesù apparirà dal cielo, e sarà glorificato nei Suoi santi e Ammirato in tutti quelli che hanno creduto.

Coloro che NON HANNO CREDUTO vedranno Gesù tornare ma ne saranno terrorizzati,

non faranno certo salti di gioia.

Si farà infatti vendetta di coloro che non conoscono Iddio e di coloro che non ubbidiscono al Vangelo di Cristo.

- "DIO NON PUO' RIVERSARE LA SUA IRA SULLA CHIESA" -

Anche questa affermazione dimostra una NON CONOSCENZA della Parola di Dio.

La persecuzione del Drago, della Bestia e del Falso Profeta non può e non deve essere confusa con l'ira di Dio.

Per fare un semplice esempio possiamo notare come Dio colpirà con un ulcera maligna coloro che

adoreranno l’immagine della bestia e prenderanno il suo marchio,

mentre NON colpirà affatto coloro che non adoreranno l’immagine della bestia e non prenderanno il suo marchio.

Questa è una chiarissima prova di come Dio sia perfettamente in grado di PRESERVARE i suoi Santi

anche dall’ira che manifesterà contro il mondo durante il periodo della tribolazione.

L'Ira di Dio contro gli empi è motivata anche dalla feroce persecuzione scatenata contro la Chiesa.

- "TI GUARDERO' DALL'ORA..." -

“Perché tu hai serbata la parola della mia costanza,

anch’io ti guarderò dall’ora del cimento che ha da venire su tutto il mondo,

per mettere alla prova quelli che abitano sulla terra”

- (Apocalisse 3:10) -

Secondo i pretribolazionisti, questa frase dimostrerebbe che Gesù 

PORTERA' VIA FISICAMENTE LA CHIESA PRIMA DELLA TRIBOLAZIONE.

Ma dov’è mai la promessa di "rapire segretamente" la Chiesa in questo passo?

Dove mai è scritto in questo passo che Gesù toglierà fiicamente la sua Chiesa dal mondo?

Non c'è niente nel linguaggio di questo testo che ci autorizzi a credere che noi cristiani verremo preservati dall'ora della tentazione

attraverso la rimozione del nostro corpo dalla terra.

Nell'originale greco, le parole usate qui per “anch'io ti preserverò”,

sono le stesse usate da Gesù in Giovanni 17:15 nella sua preghiera per i discepoli, perché Dio li “preservi dal maligno”.

La promessa è chiaramente quella quella di PRESERVARE, PROTEGGERE:

“Non prego che tu LI TOLGA DAL MONDO, ma che TU LI PRESERVI dal maligno”

- (Giovanni 17:15) -

- "IN QUALSIASI MOMENTO" -

"non sapete né il giorno né l'ora"

- (Mat.25:13) -

Secondo i pretribolazionisti, questa frase indicherebbe che Gesù Cristo può tornare in qualsiasi momento.

E' certamente vero che i credenti devono essere sempre pronti e vigili, la morte stessa può coglierci in ogni momento e noi

dobbiamo essere sempre pronti per andare col Signore, siamo SEMPRE chiamati a santificarci.

I credenti devono forse Santificarsi per il "rapimento segreto"? Questa è una follia!

E' certamente vero che noi non sappiamo il giorno e non sappiamo l'ora in cui il Maestro tornerà,

ma la Parola di Dio offre indicazioni precise per far trovare pronta la Sua Sposa per quel momento,

ci invita a vegliare, ad osservare i Segni dei Tempi a non comportarci come i pagani.

I miscredenti e i cristiani addormentati saranno colti all'improvviso (1Tess.5:5,6) perchè non hanno saputo vegliare ma

"La sua sposa s'è preparata"

- (Apoc.19:7) -

Molti passi Biblici offrono una tempistica precisa e ordinata che riguarda il Ritorno di Cristo.

Gesù Cristo elenca le cose che dovranno necessariamente accadere PRIMA del Suo Ritorno,

Paolo dice cosa dovrà NECESSARIAMENTE ACCADERE PRIMA del ritorno di Cristo.

- LA CHIESA SARA' RAPITA E DOPO L'ANTICRISTO REGNERA'" -

Il guru Aigle Pastonnerre predica il R.S.P.T. e annuncia che

 "l'anticristo entrerà in scena DOPO IL RAPIMENTO della chiesa..."

Questo è falsissimo, la Bibbia non dice questo.

Questa menzogna terrificante è raccontata ormai da centinaia di Falsi Profetui.

Queste bugie capovolgono completamente e neganole parole dell'apostolo Paolo che ha

 MESSO IN GUARDIA CONTRO COLORO che annunciavano un ritorno di Gesù imminente o improvviso.

Paolo spiegò chiaramente che il giorno del Signore NON ERA IMMINENTE e che

quel giorno sarebbe arrivato solo dopo la RIVELAZIONE DELL'EMPIO:

"Ora vi preghiamo, fratelli, riguardo alla venuta del Signore nostro Gesù Cristo e

alla nostra riunione con lui, di non lasciarvi così facilmente CONFONDERE e turbare,

né da pretese ispirazioni, né da parole, né da qualche lettera fatta passare come nostra,

quasi che il giorno del Signore sia imminente.

Nessuno vi inganni in alcun modo!

PRIMA infatti dovrà avvenire l'apostasia e

dovrà esser rivelato l'uomo iniquo, il figlio della perdizione,

colui che si contrappone e s'innalza sopra ogni essere che viene detto Dio o è oggetto di culto,

fino a sedere nel tempio di Dio, additando se stesso come Dio.

Non ricordate che, quando ancora ero tra voi, venivo dicendo queste cose?

E ora sapete ciò che impedisce la sua manifestazione, che avverrà nella sua ora.

Il mistero dell'iniquità è gia in atto, ma è necessario che sia tolto di mezzo chi finora lo trattiene.

Solo allora sarà rivelato l'empio e il Signore Gesù lo distruggerà con il soffio della sua bocca e

lo annienterà all'apparire della sua venuta,

l'iniquo, la cui venuta avverrà nella potenza di satana,

con ogni specie di portenti, di segni e prodigi menzogneri, e con ogni sorta di empio inganno

per quelli che vanno in rovina perché non hanno accolto l'amore della verità per essere salvi.

E per questo Dio invia loro una potenza d'inganno perché essi credano alla menzogna e così siano

condannati tutti quelli che non hanno creduto alla verità, ma hanno acconsentito all'iniquità."

- 2 Tessalonicesi -

 E' dunque falso che Gesù Cristo possa venire "in qualsiasi momento". Chi dice questo nega le parole di Paolo...

PRIMA dovrà essere RIVELATO L'EMPIO. PRIMA non significa "DOPO"...

Quante bugie, sciocchezze, date sparate a caso, "profezie" bugiarde, quante farneticazioni e

 date della "fine del mondo" sarebbero state evitate se soltanto si fosse dato retta a Paolo?

Non c’è dubbio; Paolo dice che l’empio sarà manifestato mentre i santi saranno sulla terra

 perché Paolo si rivolge proprio a loro, ai santi.

- "COME UN LADRO" -

Il rapimento segreto che può accadere inaspettatamente (quindi in ogni momento) sarebbe confermato dal fatto

che Paolo dice che il giorno del Signore verrà come viene un ladro nella notte.

Questa è un'altra menzogna che TORCE le Scritture. Non è affatto questo il significato delle parole di Paolo,

perché l’apostolo ha voluto solo dire che quel giorno verrà come un ladro nella notte per coloro che camminano nelle tenebre, e

non per coloro che camminano nella luce. Infatti poco dopo egli dice:

“Quando diranno: Pace e sicurezza, allora di subito una improvvisa rovina verrà loro

addosso, come le doglie alla donna incinta; e non scamperanno affatto. Ma voi, fratelli,

non siete nelle tenebre, sì che quel giorno abbia a cogliervi a guisa di ladro; poiché voi tutti

siete figliuoli di luce e figliuoli del giorno; noi non siamo della notte né delle tenebre; non

dormiamo dunque come gli altri, ma vegliamo e siamo sobrî”

- (1 Tessalonicesi 5:3-6) -

I pretribolazionisti insistono sul fatto che:

"Dio non permetterà ai suoi santi di essere perseguitati".

Questa è una menzogna:

“Perché vi è stata concessa la grazia, rispetto a Cristo,

non soltanto di credere in lui, ma anche di soffrire per lui”

- (Filippesi 1:29) -

Milioni di credenti sono stati torturati, perseguitati, bruciati, uccisi dal potere temporale, a motivo della loro fede

in Gesù Cristo? Questi credenti erano forse Cristiani di "serie B"?

Questi credenti non vivevano forse nella beata speranza? Sono forse stati traditi da Dio? Certamente NO.

I credenti possono gioire nelle persecuzioni perchè sanno che nessuno potrà mai allontanarli dalla

salvezza in Gesù Cristo, potranno essere torturati, potranno forse perdere la loro vita,

ma sono vittoriosi in Gesù Cristo.

La Bibbia ci dice che Dio non ci ha destinati ALLA SUA IRA ma non ha mai detto che i santi non avrebbero

attraversato persecuzioni... è vero proprio il contrario e la storia umana lo dimostra pienamente.

“Nel mondo AVRETE tribolazioni…”

- (Giovanni 16:33) -

Gesù non pregò perché la chiesa FOSSE TOLTA DAL MONDO,

la chiesa doveva invece rimanere nel mondo pur non essendo del mondo.

Gesù insegnò che i credenti sarebbero rimasti nel mondo con un compito ben preciso.

La Chiesa avrebbe dovuto  predicare il Vangelo, testimoniare... anche a prezzo della vita,

non certo pensare a scappare e a nascondersi.

Chi pensa solo a scappare come un coniglio

NON E' UN CREDENTE E NON HA NULLA DEL CREDENTE.

Gesù ha fatto una promessa:

“Io sono con voi tutti i giorni sino alla fine dell'età presente”

- (Matteo 28:19,20) -

Gesù non disse "fino a sette anni prima della fine"...

Paolo non si è mai crogiolato nel pensiero di sfuggire alle tribolazioni ma ha invece

insegnato a gioire in esse, considerando una benedizione soffrire a motivo della Parola di Dio,

come del resto hanno fatto tutti gli scrittori del Nuovo Testamento.

Paolo ha semplicemente insegnato che ci sarebbe stata una Resurrezione dei morti seguita

immediatiamente dalla PRESA/TRASFORMAZIONE dei credenti ancora in vita.

Il falso insegnamento dei Gesuiti sul "rapimento segreto che protegge e salva dalla persecuzione" è

 un inganno devastante per milioni di persone sviate.

 La persecuzione e la sofferenza sono sempre stati, in qualche modo, strumenti che hanno

 rafforzato il popolo di Dio e prodotto un carattere forte (Giacomo 1:2-4,12).

Si tratta di costruire la perseveranza, il carattere, la fiducia e la speranza dalla fiducia in Lui.

“E non solo, ma anche la gloria nelle tribolazioni, sapendo che la tribolazione produce perseveranza,

 e perseveranza, carattere, e il carattere, la speranza”

- Romani 5:3-4 -

- "IL RAPIMENTO SARA' SEGRETO" - 

Gesù stesso ha parlato CONTRO l'idea della segretezza riguardo al suo ritorno:

“Allora, se qualcuno vi dice: "Il Cristo è quì", oppure "è là", non lo credete… se vi dicono:

"Eccolo, è nelle stanze interne",

NON LO CREDETE;

 infatti come il lampo esce da levante e si vede fino a ponente,

così sarà la venuta del Figlio dell'uomo”

- (Matteo 24:23-27) -

- UN RAPIMENTO INVISIBILE? -

I pretribolazionisti insistono tantissimo su questo punto, mostrando degli improbabili

video ove le persone vengono VAPORIZZATE

da un momento all'altro, davanti ai loro cari, silenziosamente...

Questi video piacciono molto, sono popolari e molto suggestivi... sono perfetti per i film di HOLLYWOOD...

ma non hanno NULLA a che fare con la Parola di Dio.

I pretribolazionisti continuano a ripetere che il Ritorno di Cristo sarà SEGRETO E SILENZIOSO, il mondo non vedrà nulla...

La chiesa sarà dunque rapita in cielo ma il resto del mondo non si accorgerà di niente e nessuno vedrà Gesù ritornare.

Tutto questo CONTRADDICE TOTALMENTE la Parola di Dio.

"SUBITO DOPO LA TRIBOLAZIONE di quei giorni,

il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce,

gli astri cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno sconvolte.

Allora comparirà nel cielo il segno del Figlio dell'uomo e allora si batteranno il petto tutte le tribù della terra,

e VEDRANNO  il Figlio dell'uomo venire sopra le nubi del cielo con GRANDE POTENZA E GLORIA.

Egli manderà i suoi angeli con una grande tromba e RADUNERANNO

tutti i suoi eletti dai quattro venti, da un estremo all'altro dei cieli"

- Matteo 24-29 -

La Bibbia dice davvero che il Cristo verrà silenziosamente?

"Ora il giorno del Signore verrà come un ladro di notte;

in quel giorno I CIELI PASSERANNO STRIDENDO,

gli elementi si dissolveranno consumati dal calore e la terra e le opere che sono in essa saranno arse"

- 2 Pietro 3:10 -

"Perché il Signore stesso, con un ORDINE, con VOCE d'arcangelo e con la TROMBA di Dio, scenderà dal cielo,

e prima risusciteranno i morti in Cristo; poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo rapiti insieme con loro,

sulle nuvole, a incontrare il Signore nell'aria”

- (1 Tessalonicesi 4:16-17) -

Questa descrizione è associata al momento in cui il Signore scende dal cielo e la Bibbia parla di UN SOLO RITORNO DI CRISTO.

Tutti  questi passi sono LONTANISSIMI dal "rapimento segreto e silenzioso" descritto dai pretribolazionisti.

- "SALI QUASSU'" -

In Apoc. 4:1 è scritto: "una porta era aperta nel cielo" e "sali quassù"...

Incredibilmente, molti pretribolazionisti, associano queste parole all'adunamento della chiesa... (???)

A loro dire, "SALI QUASSU" non può che indicare che la "chiesa è salita in cielo"... (???) e

la "porta" può solo indicare che la "chiesa ha attraversato una porta in cielo"... (???).

Tutto questo è semplicemente RIDICOLO, siamo ormai alle COMICHE.

 Una simile cosa è davvero inaccettabile.

Quelle parole si riferiscono infatti CHIARAMENTE al profeta Giovanni che è "stato rapito in estasi".

La Bibbia lo dice chiaramente:

"Io, GIOVANNI (...) - Apocalise - 1,9 -

"Rapito in estasi, nel giorno del Signore..." - Apocalisse - 1:10 -

Giovanni non è morto, il SUO CORPO non è stato trasformato... non c'è stato nessun "adunamento dei santi"...

"Sali quassù, ti mostrerò le cose che devono accadere in seguito. SUBITO FUI RAPITO IN ESTASI"

- Apocalisse 4,1

Durante l'ESTASI il corpo di Giovanni resta a Patmos.

Terminata la VISIONE, Giovanni continuerà a VIVERE SULLA TERRA con il suo corpo mortale.

Quelle parole non hanno dunque NULLA A CHE VEDERE con la resurrezione dei morti e l'adunamento dei santi.

- "LA TRIBOLAZIONE NON CI RIGUARDA, RIGUARDA SOLO GLI EBREI" -

I pretribolazionisti vorrebbero attribuire ai Giudei tutte le tribolazioni che non accettano per loro.

La dottrina del R.P.T. è infatti totalmente legata alla teoria Dispensazionalista,

un'altra costruzione totalmente umana, nata da speculazioni, interpretazioni, supposizioni.

La frase «distretta di Giacobbe» indicherebbe dunque un periodo che riguarda SOLO "Israele" perché

"La Chiesa", dicono i pretribolazionisti, sarà già stata rapita in cielo.

Questo è davvero un grandisimo inganno. E' totalmente falso.

Sarà un tempo di difficoltà solo per i Giudei? No, sarà un tempo di difficoltà per tutti:

"se quei giorni non fossero abbreviati, nessuno scamperebbe; ma, a cagion degli eletti,

que ' giorni saranno abbreviati"

- (Mat.24:22) -

Gesù parla a tutti.. non a gruppetti di persone.

I pre-tribolazionisti, allo scopo di rendere valida la loro dottrina, fanno grandissima violenza

al significato di parole come "Santi" o "Eletti".

Essi sostengono che quando Gesù parla di “eletti” in Matteo 24 egli si riferisca ad un residuo di Giudei

  che riceveranno salvezza durante la tribolazione.

Questa interpretazione di "eletti" non traspare in nessun passo del Nuovo Testamento.

E' accreditato, senza questioni, che questo termine venga utilizzato per intendere

 i membri del “corpo di Cristo” (Giudei e stranieri), senza alcuna distinzione.

"Poiché non c'è distinzione tra Giudeo e Greco, essendo egli lo stesso Signore di tutti,

ricco verso tutti quelli che lo invocano"

- (Romani 10:12) -

E' proprio questo che viene totalmente negato dai pretribolazionisti.

C’è un solo popolo ed una sola speranza!

Vi è un solo corpo, un solo Spirito, una sola speranza, un solo Signore, una sola fede, un solo battesimo

, un solo Dio e Padre di tutti!

Il tentativo di molti teologi di separare o confondere le promesse relative alla chiesa di Cristo

con le promesse relative all‟Israele etnico, definito in molti passi dell‟Antico e del Nuovo Testamento

 “popolo eletto di Dio”, è infatti alla base di molte letture distorte delle Scritture che parlano

 della Chiesa nel tempo della Grande tribolazione.

Poiché molti riferimenti biblici dimostrano chiaramente che la Chiesa sarà perseguitata e sarà presemte

ecco che l‟unico modo per escluderla è sostituire il soggetto con le dottrine dispensazionaliste.

 Affermare che esiste un solo popolo di Cristo oggi significa dichiarare che, fra tutti i popoli,

Israele incluso, soltanto coloro che accettano Gesù Cristo come personale Salvatore,

e soltanto quelli, sono i santi, gli eletti, la chiesa, i fedeli. In ultima analisi, lo ripeto, il popolo di Dio.

- "CI SARA' UNA SECONDA POSSIBILITA' PER TUTTI" -

Coloro che predicano il R.S.P. arrivano a dire che le persone potranno essere salvate anche dopo

 il Ritorno di Cristo, quando la porta si sarà chiusa.

Coloro che predicano il R.S.P. affermano che molte persone potranno

"convertirsi", magari a prezzo della vita, anche dopo il Ritorno di Cristo.

Questa é davvero gravissimo.

"Il rapimento della Chiesa avrà un grande impatto nella società.

Immagina come si potrà sentire un cristiano sviato quando la sua famiglia e i suoi

amici saranno improvvisamente scomparsi.

Ci sarà sicuramente TIMORE nei cuori dei cristiani freddi e sviati, che

LI SPINGERA' A METTERSI A POSTO CON DIO"

- (Profezie ed ultimi tempi, Terzo trimestre 1995, ADI-Media, pag. 28) -

- manuale di stdio A.D.I. di studio per le scuole domenicali -

"METTERSI A POSTO CON DIO" DOPO il Ritorno di Cristo?

Questo sembra invece un modo per obbligare con la forza ad abbedire ciecamente ad un tiranno.

Quello che si legge su questo manuale è semplicemente spaventoso.

Questa dottrina offre infatti una seconda possibilità per coloro che oggi sono

 tiepidi, che non hanno voluto santificarsi, che hanno voluto restare comodamente nel mondo.

Gesù Cristo dice invece che Oggi è il giorno accettevole:

"T’ho esaudito nel tempo accettevole, e t’ho soccorso nel giorno della salvezza.

Eccolo ora il tempo accettevole; eccolo ora il giorno della salvezza!

- (2 Corinzi 5:20-21) -

Oggi è il giorno, dopo il Ritorno (quello vero)  di Gesù Cristo, la porta sarà chiusa per sempre.

La Bibbia non parla affatto  di "lasciati indietro" che potranno ancora convertirsi.

La Bibbia non dice affatto che questo o quel gruppo potrà ancora "salvarsi"...

“Poiché è cosa giusta presso Dio il rendere a quelli che vi affliggono, afflizione; e a voi che siete afflitti,

requie con noi, quando il Signor Gesù apparirà dal cielo con gli angeli della sua potenza,

in un fuoco fiammeggiante, per far vendetta di coloro che non conoscono Iddio,

e di coloro che non ubbidiscono al Vangelo del nostro Signor Gesù.

I quali saranno puniti di eterna distruzione, respinti dalla presenza del Signore e dalla gloria della sua potenza,

quando verrà per essere in quel giorno glorificato nei suoi santi e ammirato in tutti quelli che hanno creduto,

e in voi pure, poiché avete creduto alla nostra testimonianza dinanzi a voi”

- (2 Tessalonicesi 1:6-10) -

Dove mai si legge di una seconda possibilità?

Saranno invece "punite di eterna distruzione"... Sarà "pianto e stridore di denti".

Non esiste nessuna seconda opportunità.

"Beato quel servitore che il padrone, arrivando, troverà così occupato!

Io vi dico in verità che lo costituirà su tutti i suoi beni.

Ma, s’egli è un malvagio servitore che dica in cuor suo:

Il mio padrone tarda a venire; e comincia a battere i suoi conservi,

e a mangiare e bere con gli ubriaconi,

il padrone di quel servitore verrà nel giorno che non se l’aspetta, e nell’ora che non sa; e lo farà

lacerare a colpi di flagello, e gli assegnerà la sorte degl’ipocriti.

Ivi sarà il pianto e lo stridor de’ denti”

- (Matteo 24:45-51) -

- "LA CHIESA NON E' PIU' MENZIONATA, PERCHE' E' SPARITA..." -

Per sostenere a TUTTI I COSTI un rapimento segreto pretribolazione viene anche detto che dal capitolo 6 al capitolo 19

(o meglio, precisamente da Apocalisse 3:22 a 22:16) la parola "Chiesa" non è più menzionata.

Queste argomentazioni sfiorano davvero la comicità...

Usare la Bibbia in questo modo non è solo stupido, è davvero pericoloso.

E' vero che il termine "chiesa" non è menzionato in quella parte del libro dell’Apocalisse,

ma ci sono moltissimi passi che indicano chiaramente che la chiesa sarà presente sulla terra

durante la grande tribolazione, fino al ritorno di Cristo dal cielo.

Chi sono i SANTI che sono vinti dalla bestia? Non sono forse gli eletti?

"E le fu dato di far guerra AI SANTI e di vincerli, e

 le fu data potestà sopra ogni tribù e popolo e lingua e nazione.

E tutti gli abitanti della terra i cui nomi non sono scritti fin dalla fondazione del mondo nel libro

della vita dell’Agnello che è stato immolato, l’adoreranno”

- (Apocalisse 13:6-8) -

Questi SANTI sono CHIARAMENTE, INDISCUTIBILMENTE gli ELETTI, i CREDENTI...

E' la CHIESA perseguitata a motivo della FEDE IN GESU' CRISTO.

La Bibbia ha SEMPRE USATO QUESTI TERMINI PER DESCRIVERE LA CHIESA:

ELETTI, SANTI, FRATELLI IN CRISTO...

Come fanno i pretribolazionisti a dire che la parola "SANTI" ora non riguarda più la chiesa ma solo dei giudei?

Sulla base di cosa? Come si possono torcere le e Scritture in questo modo osceno?

Se la parola "Gesù" non è menzionata in un capitolo significa forse che Gesù Cristo è sparito dalla Bibbia?

- LA BEATA SPERANZA DI TUTTI I CREDENTI -

Non solo la dottrina della venuta di Cristo è stata completamente STRAVOLTA da un "rapimento segreto"

di cui la Bibbia NON PARLA AFFATTO... ma anche quella sulla RESURREZIONE DEI MORTI.

Quello che i pretribolazionisti distruggono è la BEATA SPERANZA DI TUTTI I CREDENTI.

I pretribolazionisti trasformano la RESURREZIONE DEI MORTI in una

PATETICA FUGA DALLA PERSECUZIONE...

Queste persone pensano solo ed unicamente a FUGGIRE dai problemi, questo è il loro unico pensiero.

L'adunamento dei santi non ha NULLA A CHE FARE con il fuggire da una tribolazione, non è una fuga da codardi...

La Bibbia NON HA MAI DETTO QUESTO.

L'ADUNAMENTO DEI SANTI E' IL MISTERO DI DI DIO CHE SI COMPIE...

LA BEATA SPERANZA DI TUTTI I CREDENTI CHE SI REALIZZA.

L'apostolo Paolo é molto chiaro,

al Ritorno del Salvatore i morti in Cristo saranno RESUSCITATI e i credenti rimasti in vita saranno

TRASFORMATI in un batter d'occhio, per andare con Lui,

il nostro corpo mortale deve infatti essere rivestito di IMMORTALITA'.

L'attenzione di Paolo non era certo posta su una "fuga" dal pericolo di una persecuzione ma nella

BEATA SPERANZA di OGNI CREDENTE, la RESURREZIONE, in Gesù Cristo.

La "trasformazione" di coloro che saranno rimasti in vita per quel momento é semplicemente un

DETTAGLIO MAGGIORE,

un mistero che Paolo svela per una comprensione maggiore di quell'avvenimento straordinario.

"Ecco io vi annunzio un mistero: non tutti, certo, moriremo, ma

TUTTI SAREMO TRASFORMATI

in un istante, in un batter d'occhio, al suono dell'ULTIMA tromba;

suonerà infatti la tromba e i morti risorgeranno incorrotti e noi saremo trasformati.

È necessario infatti che questo corpo corruttibile si vesta di incorruttibilità e

questo corpo mortale si vesta di IMMORTALITA'"

- 1 Corinzi 51 -

Paolo non accenna minimamente ad una fuga PRIMA di una tribolazione, non è questo che gli interessa...

Paolo parla della RESURREZIONE e di come i VIVI potranno raggiungere Cristo, dopo una trasformazione istantanea.

E' certo molto triste e patetico trasformare questa

ETERNA SPERANZA DI TUTTI I CREDENTI

in una fuga dai pericoli...

"Questa è la volontà di Colui che mi ha mandato, che tutti coloro che vedono il Figlio e

credono il Lui abbiano vita eterna ed io li resusciterò nell'ULTIMO GIORNO"

- Giovanni 6:40 -

La vita eterna é data l'ULTIMO GIORNO, la RESURREZIONE avviene l'ULTIMO GIORNO,

il GIUDIZIO é dato l'ULTIMO GIORNO...

L'ultimo giorno non può essere "PRIMA DI SETTE ANNI"...

"Chi mi respinge e non accoglie le mie parole, ha chi lo condanna:

la parola che ho detto, lo stesso è lo giudicherà nell'ULTIMO GIORNO"

- Giovanni 12:48 -

- QUANTE RESURREZIONI DAI MORTI? -

La Bibbia parla di DUE RESURREZIONI.

La resurrezione di coloro che sono di Cristo è chiamata la PRIMA RESURREZIONE, ed avverrà al ritorno di Cristo.

La resurrezione di coloro che sono di Cristo non può che ESSERE UNA,

non ci possono essere MOLTE RESURREZIONI di coloro che appartengono a Cristo.

“Beato e santo è colui che partecipa alla PRIMA RESURREZIONE.

Su loro non ha potestà la morte seconda ma saranno sacerdoti di Dio e di Cristo e regneranno

con lui quei mille anni”

- (Apocalisse 20:6) -

La Scrittura parla di UNA SOLA RESURREZIONE in riferimento ai giusti,

come parla di UNA SOLA RESURREZIONE in riferimento agli ingiusti.

“Il rimanente dei morti non tornò in vita prima che fossero compiuti i mille anni”

- (Apocalisse 20:5) -

La Bibbia ci parla di DUE RESURREZIONI, la prima sarà alla FINE DELL'ETA' PRESENTE.

Beati e santi coloro che "PARTECIPANO ALLA PRIMA RESURREZIONE".

In Apocalisse 20:4-6 l'apostolo Giovanni ci dice che coloro che parteciperanno alla

PRIMA RESURREZIONE

regneranno con Cristo per 1000 anni.

Questo gruppo di credenti INCLUDE quei santi che saranno stati decapitati DURANTE la Grande Tribolazione

per non aver adorato la bestia, né ricevuto il suo marchio.

Questa è chiaramente detta la PRIMA RESURREZIONE (di modo che non ce ne possano essere delle precedenti) e

  INCLUDE coloro che sono stati martiri durante la Grande Tribolazione.

TUTTO E' DUNQUE MOLTO CHIARO.

Se la PRIMA RESURREZIONE e L'ADUNAMENTO DEI SANTI COINCIDONO

con lo stesso evento (a cui partecipano anche i martiri della tribolazione),

ne consegue che deve avvenire DOPO la Grande Tribolazione.

PER FORZA DI COSE.

Può esserci un'altra risurrezione prima della PRIMA risurrezione?

Può esserci un'altra tromba dopo l' ultima tromba?

Se ciò non è possibile, appare ora chiaro che l'adunamento dei SANTI con Gesù Cristo è stato volutamente spostato

di tempo da persone che calpestano la Parola di Dio.

“Carissimi, non vi stupite per l'incendio che divampa in mezzo a voi per provarvi,

come se vi accadesse qualcosa di strano.

Anzi, rallegratevi in quanto partecipate alle sofferenze di Cristo,

perché anche al momento della rivelazione della sua gloria possiate rallegrarvi ed esultare”

- (I Pietro 4:12-13) -

Chi ci separerà dall'amore di Cristo? Sarà forse la tribolazione, l'angoscia,

la persecuzione, la fame, la nudità, il pericolo, la spada?

Com'è scritto:

«Per amor di te siamo messi a morte tutto il giorno;

siamo stati considerati come pecore da macello».

Ma, in tutte queste cose, noi siamo più che vincitori, in virtù di colui che ci ha amati”

- (Romani 8:35-37) -


- LA DOTTRINA DEL RAPIMENTO SEGRETO PRETRIBOLAZIONE -

parte 1 - IL RAPIMENTO "EXTRATERRESTRE" E LA NEW AGE -
parte 2 - IL RAPIMENTO SEGRETO PRETRIBOLAZIONE E I SUOI FALSI PROFETI -
parte 3 - LE ORIGINI DELLA DOTTRINA DEL R.S.P.
parte 4 - CONFUTAZIONE DEL RAPIMENTO SEGRETO PRETRIBOLAZIONE

oppure

RITORNA AD ALARMA HOME