- DAGON - OANNES - UAN - IA - ZAGAN - ENKI -

"SALIRA' DALL'ABISSO, MA PER ANDARE IN PERDIZIONE"

- Apocalisse 17:8 -

Sotto: Seth Siro Anton image:
Sotto: rappresentazione dell'uomo-bestia Oannes, in alto, come in bassso:

“L’universo era diviso in tre regioni, ciascuna sotto il controllo di un dio.

Ad Anu apparteneva il cielo. Enlil dominava la terra.

Ea divenne il sovrano delle acque, degli abissi.

 Insieme costituivano

LA TRIADE DEI GRANDI DEI"

- (Larousse Encyclopedia of Mythology) -

Il dio Ea o Ia costituiva con Anu ed Enlil la triade divina o Trinità.

- DAGON DEGLI ABISSI - OANNES -

"Nelle antiche leggende dei Babilonesi vi era

OANNES, IL SIGNORE DELLE ONDE.

Era anfibio, con il busto e la testa di un uomo, sulla testa vi era un'altra testa di pesce, con la bocca aperta.

I Sumeri lo chiamavano "EA".

E stato chiamato "IL GRANDE PESCE DEL CIELO".

I Filistei lo chiamavano "DAGON", il DIO PESCE.

- OANNES, parte II Vladimir Pakhomov tratto da " storia di Mesopotamia" -

- 3 ° secolo aC Beroso -

Dagon (in ebraico: דגון‎?) è il nome ebraico del dio Zagan o Dagan. Dagon è il grande

 "dio dell'abisso", "dio dei profondi abissi".

Dagon è il "dio del mare" adorato dai Filistei, dai Fenici.

La parola "acqua" in Fenicio è associata alla lettera M.


Dagon, Ea, l'Oanns era

 "LA GRANDE BESTIA CHE SALE DEL MARE".

Sotto: rappresentazione di OANNES, L' UOMO PESCE (OANNES, EA, IA,DAGON)

Nella religione Sumera Anu o Enki domina il regno dell'abisso, 

delle acque profonde, sulle quali poggia una terra piana e stazionaria.

Il culto di Dagon si estese dalla Palestina fino in Mesopotamia.

Dagon venne adottato come divinità principale dei Filistei,

i quali erano formati da diverse popolazioni preindoeuropee provenienti dall'Egeo e dall'Anatolia,

 che adoravano in origine la grande madre.



Nella Bibbia (nel libro di Samuele 1 capitolo 5) viene menzionato un episodio in cui la statua di Dagon,

nella città filistea di Ashdod, crolla dinanzi all'Arca dell'Alleanza.

Dagon entrò nel pantheon delle divinità adorate dai Fenici e nella sua forma di uomo-pesce questi lo fecero conoscere ai

greci che lo ribattezzarono Tritone, ancora oggi uno dei simboli più ricorrenti legati al mare e alla navigazione.

La Bibbia ci parla di un abominevole culto pagano legato a Dagon,

un tempo adorato anche attraverso inutili STATUE:

"I Filistei, catturata l'arca di Dio, la portarono da Eben-Ezer ad Asdod.

I Filistei poi presero l'arca di Dio e la introdussero nel

TEMPIO DI DAGON.

Il giorno dopo i cittadini di Asdod si alzarono ed ecco DAGON giaceva

con la faccia a terra davanti all'arca del Signore; essi presero DAGON e lo rimisero al suo posto.

Si alzarono il giorno dopo di buon mattino ed ecco DAGON con la faccia a terra davanti all'arca del Signore,

mentre il capo di DAGON e le palme delle mani giacevano staccate sulla soglia;

solo il tronco era rimasto a DAGON.

A ricordo di ciò i sacerdoti di DAGON e quanti entrano nel tempio di DAGON in Asdod non

calpestano la soglia fino ad oggi.

Allora incominciò a pesare la mano del Signore sugli abitanti di Asdod,

li devastò e li colpì con bubboni, Asdod e il suo territorio.

I cittadini di Asdod, vedendo che le cose si mettevano in tal modo, dissero:

«Non rimanga con noi l'arca del Dio d'Israele, perché la sua mano è

troppo dura contro Dagon nostro dio!"



"é un oggetto per INVOCARE il suo dio, un dio che vive nel profondo mare"

- dal film Dagon -

 

 La Capra (capricorno) e il pesce.

 Enki-Ea è ancora oggi adorato nel Satanismo, suoi animali totemici sono la Capra (capricorno) e il Pesce.

E' necessario ricordare ancora una volta che i cristiani NON cercano di rappresentare o simboleggiare

l'Onnipotente Dio con inutili feticci o simulacri, la Bibbia vieta queste abominazioni.

Questo "essere divino", questo “genio” o “straniero” come venne differentemente chiamato,

aveva un aspetto mostruoso tale da incutere spavento in tutti coloro che lo potevano osservare.

(Interessanti parallelismi si trovano in Cina ove è profondamente radicata la leggenda di mitici

iniziatori della civiltà, dalle fattezze antropomorfe di pesce).

Dagon-Oannes era munito di branchie ma poteva respirare anche all'aria con i polmoni,

i piedi erano palmati come le mani ed il suo ambiente naturale era l'acqua.

Trascorreva la notte in mare e ogni sera vi si immergeva.

La sua natura era anfibia e proveniva dal mare di Eritrea.

"la BESTIA SALIVA DAL MARE e potevamo guardarla, in tutto il suo orrore.

Un uomo, o piuttosto un MOSTRO, un UOMO-BESTIA, metà uomo e metà pesce,

proveniente dal MARE, apparve nei pressi di BABILONIA, aveva due teste:

una assomigliava a quella dell'uomo, l'altra a quella di un pesce.

Aveva i piedi di un uomo e la coda di un pesce, la voce simile a quella di un uomo.

Questo mostro abitava di giorno con gli uomini, ma non prendeva cibo,

diede loro la CONOSCENZA di lettere, arti e scienze, ha insegnato loro a costruire TORRI E TEMPLI.

Al tramonto si ritirava verso il mare, ove passava la notte..."

- Beroso, da frammenti antichi (Isaac Preston Cory) -

- DAGON IL GRANDE INIZIATORE -

In quanto re delle profondità abissali Dagon era signore dei misteri e della

SAPIENZA OCCULTA,

come tale è la divinità saggia per eccellenza, guaritrice, dotata di poteri magici, padre delle arti, inventore della scrittura.

Oannes-Dagon era considerato come uno dei "sette saggi Apkallu".

Secondo il mito raccontato da Berosso in "Storia di Babilonia",

sarebbe stato colui che portò agli uomini la civiltà, le scienze, le lettere e le arti.

A Oannes venne attribuito il primo incivilimento dell'Assiria e di Babilonia.

- I PONTEFICI BABILONESI DI DAGON -

La storia di Dagon si fonde nella leggenda ma é stata storicamente accertata

l'esistenza di una Casta Sacerdotale dell'antica Babilonia.

Nel corso dei secoli molte raffigurazioni di Dagon sono state confuse con quelle di questi Sacerdoti-Pontefici.

Sappiamo dall'archeologia classica che, a fianco del mito e delle raffigurazioni di questo strano essere, é

esistita una casta che probabilmente fu l'unica detentrice e custode della conoscenze misteriche ricevute.

Questa casta si vestì con "paramenti sacri" che ricalcarono in tutto e per tutto la forma zoomorfa del

"dio-mostro" e "iniziatore".

E' semplicemente ovvio, nonostante si sia cercato di negare per secoli queste evidenze,

che i paramenti ed il vestiario dei Pontefici e degli alti sacerdoti DERIVI direttamente

da questa antichissima Casta.

E' completamente RIDICOLO associare il Vangelo o l'apostolo Simone, figlio di Giona,

a questi assurdi vestimenti... Gesù Cristo non andava certo in giro vestito con sottane femminili e mitre in testa.

RITI, VESTITI, COPRICAPI, TITOLI PAPALI...

non vengono dalla Parola di Dio ma da Babilonia.

Il Pontefice era l'alto sacerdote di Dagon.

Il Pontifex romano (= pontem facere ) era il "costruttore di ponti".

In Grecia c'erano sacerdoti gephyraei, con lo stesso significato di "costruttore di ponti".

In epoca antica, in Tessaglia , le immagini degli dei da venerare venivano poste sopra il ponte,

i sacerdoti preposti al culto dovevano ingraziasi le divinità fluviali.

La presunta "benedizione con l'acqua" deriva da riti misterici Babilonesi.

L'Aspersori era uno strumento utilizzato dai PONTEFICI di DAGON.


"Per quanto riguarda il rituale del nostro culto, conosciamo da scrittori antichi che,

per motivi religiosi, la maggior parte dei popoli siriani

SI ASTENEVANO DAL MANGIARE PESCE.

Si è naturalmente portati a collegare tutto questo con il

CULTO DI UN DIO PESCE"

- Enciclopedia Cattolica, 1913 Encyclopedia Press, Inc -

- LA BOCCA DI DAGON - LA MITRA E LA TIARA -

Sotto: concentrato di simbologia MASSONICA e PAGANA: la TIARA, la MITRA, l'OCCHIO
del "grande architetto dell'universo", la firma SIG RUNE, la piuma del patto, il "sacro cuore":

La tiara e la mitra papali sono di origine babilonese ed erano strettamente legate al "dio Dagon".

La famosissima Mitra Papale é un chiaro, evidentissimo rimando alla testa di Dagon, la testa del pesce.

Il Papa é il Massimo Pontefice di Dagon, é la bocca di Dagon.

Dal copricapo rituale dei culti di Dagon derivano i copricapi mesopotamici antichi e la corona del faraone egizio.

E' la Mitia. Il culto di Mithra é un altro culto pagano, solare e misterico.

“The two-horned mitre, which the Pope wears, when he sits on the high altar at Rome

and receives the adoration of the Cardinals,is the very mitre worn by the priests of Dagon,

the fish-god of the Philistines and Babylonians”

LA Mitra sulla testa della dea Cibele è sorprendente simile alla 'testa di pesce' del Dio Dagon.

La "Grande Dea" era la "Magna Mater", la grande "dea regina madre".

Il sacerdozio di Cibele era composto da maschi castrati, una pratica che

ricorda non poco l'imposizione del celibato per i preti cattolici-romani.

- LA TIARA DI DAGON -

La Tiara, altro copricapo portato dal papa, può essere identificato per la

sua forma con quello che veniva portato nell'antichità e appariva sulle tavole degli assiri raffiguranti “dei” o “angeli”.

Essa non è certamente di origine cristiana, bensì pagana.

Anche la TIARA può essere ritrovata come copricapo di Dagon.

Sotto: TRIPLICE TIARA di DAGON, triplice TIARA Babilonese,
triplice TIARA papale, triplice TIARA su un cherubino Assiro:

- IL CULTO DEL DIO-PESCE -

La figura di Oannes si inserisce in una ricca tradizione di civilizzatori venuti dal mare.

Il culto dell'uomo-pesce dei Sumeri era diffuso in tutto il Medio Oriente.

Alcuni erano antropomorfi come lui, alcuni più simili ad un pesce, altri completamente umani.

VIRACOCHA, QUETZALCOATL, UAN, UAANA...

I Maya adoravano un essere anfibio che chiamavano UAANA, “colui che risiede nell'acqua”.

Una tribù del Mali (nell'Africa sub-sahariana), la tribù dei Dogon,

venera ancora oggi i NOMMO, creature anfibie civilizzatrici, (da alcuni ricercatori associate a SIRIO).

- DAGON E ATARGATIS -

 DAGON (o ODAKON) era spesso associato anche alla compagna ATARGATIS.

Sotto: moneta fenicia con ATARGATIS:

Le figure di DAGON e di ATARGATIS si fondono e si confondono, questi miti riconducono al

DIVINO-ERMAFRODITO delle RELIGIONI MISTERICHE.

"O NUT, madre dell'acqua, o IPI, madre del fuoco,

vieni da me NUT, madre dell'acqua, vieni IPI, madre del fuoco, vieni a me YAHO"

- testi magici egizi -

- the OCTOPUS - Esoteric Order of Dagon -

Questo tipo di rappresentazioni é ancora oggi molto famoso e coincide con quella dell'ABRAXAS del Louvre.

Sotto: AXRAXAS (Louvre) nella classica raffigurazione della MELUSINA anguipede:

La MELUSINA é la "grande incantatrice", la "bellissima" e ingannevole, la

grande "signora androgina" dei TEMPLARI:

Le società segrete hanno CUSTODITO i misteri, nascosto i loro simboli,

il "dio" da loro adorato é sempre lo stesso...

La "REGINA ANDROGINA" era considerata anche come la "SUPREMA", la "REGINA DRAGO".

L'ESAGRAMMA, l'AUSPICE MARIA dei GESUITI, la SQUADRA e COMPASSO della MASSONERIA...

tutti questi simboli indicano la stessa cosa:

- ORDO TRINITATAE -

- IN NOMINE PATRI ET FILI ET SPIRITUS -

Sotto: frame dal film "DAGON, la mutazione del male":

Quello che il mondo conosce come "PAPATO" non è altro che l'ultimo erede del

CULTO ALLA TRIADE MISTERICA.

 

Il cosiddetto "PAPA" è la BOCCA DI DAGON, il PONTIFEX MAXIMVS.

"Il RE ESPOSTO completerà l'ECATOMBE,

Dopo avere scoperto la sua origine,

Il torrente SCOPRE LA TOMBA di marmo e piombo di un grande Romano di

 INSEGNA MEDUSINA"

 - Nostradamus -

Milioni di persone sono state INIZIATE nell'ordine esoterico di DAGON, senza saperlo.

Milioni di persone sono state INIZIATE alla TRIADE BABILONESE.

L'"ACQUA SANTA", le "ACQUASANTIERE", l'"ASPERSIONE" sono tutti rimandi al

CULTO DI DAGON, il DIO DEGLI ABISSI.

Nella Bibbia non esiste "acqua santa", non esiste un battesimo dato dal prete a un bambino piccolo,

non esistono preti che "benedicono" spruzzando acqua... Tutte queste cose sono

ABOMINAZIONI.


 
Sotto: fonte battesimale in s.Frediano, Lucca:
 

Piredda scrive qualcosa di molto strano e significativo.

Piredda dice sostanzialmente che vi sarebbero "diversi possibilità" o "diversi battesimi" e usa la parola formula.

 Quale scegliere dunque? Dilemma. È forse necessario tirare a sorte tra diverse possibilità?

Piredda ci dice sostanzialmente che "si adotta UNA o L'ALTRA", IN BASE A QUELLO CHE SI CREDE.

Secondo Piredda alcuni utilizzano la cosiddetta FORMULA TRINITARIA perchè appunto

CREDONO ALLA TRINITÀ, HANNO FEDE NELLA TRINITA'.

Altre persone, considerate eretiche, avrebbero invece "RESPINTO LA FORMULA TRINITARIA"

 perché "non credono alla trinità".

Queste persone vengono etichettate da Piredda e Butindaro (e da molti altri...) come "ANTITRINITARI",

persone eretiche, persone che sbagliano, persone

 "MORBOSAMENTE ATTACCATE ALLA FORMULA BATTESIMALE 'NEL NOME DI GESÙ"

Ma queste terrificanti persone "morbose" o "eretiche", queste persone dalle quali

 "dobbiamo guardarci" CHI SONO esattamente?

A quale terribile setta appartengono questi loschi individui?

"Udito questo, furono battezzati nel

NOME DEL SIGNORE GESÙ"

- Atti 19,5 -

La chiesa-cattolico-romana battezza da secoli dei BAMBINI appena nati o quasi.

Questa pratica NON è scritturale e CONTRADDICE la Bibbia.

I bambini non possono comprendere nulla, non possono scegliere e non possono credere,

questo falso battesimo, di fatto, è IMPOSTO.

In molte antiche "FONTI BATTESIMIMALI" è ancora oggi possibile vedere un TRIANGOLO,

un SERPENTE MARINO o i TRE PESCI.

"Chiunque sia stato battezzato secondo la VERA FORMULA

deve essere un TRINITARIANO"

- C. H. Spurgeon -

Molti studiosi ed esegeti ritengono la cosiddetta "formula trinitaria" come un'aggiunta posteriore, tarda,

 inserita in occasione della disputa teologica sulla TRINITA nel IV secolo.

"La formula battesimale è stata cambiata da

- NEL MIO NOME -

alle parole:

"Padre, Figlio e Spirito Santo"

dalla CHIESA CATTOLICA nel secondo secolo”

- L'Enciclopedia Cattolica, II, Pagina 263 -

"La formula battesimale è stata cambiata da "NEL MIO NOME" (nel nome di Gesù) alle parole

"Padre, Figlio e Spirito Santo" dalla Chiesa cattolica nel 2° secolo.

 Ovunque nelle più antiche fonti si afferma che il battesimo ha avuto luogo nel nome di Gesù Cristo”

- Encyclopedia Britannica, Edizione XI - Vol. 3, Pagine 365-366. -

La BIBBIA DI GERUSALEMME in una nota in calce, riferendosi al verso in questione dice:

“È possibile che questa formula risenta,

NELLA SUA PRECISIONE,

DELL'USO LITURGICO STABILITOSI PIÙ TARDI NELLA COMUNITÀ PRIMITIVA.

Si sa che gli Atti parlano di battezzare

"NEL NOME DI GESU"

 (si veda Atti degli Apostoli 1, 5, 2, 38).

 Più tardi si sarà esplicitato il legame con le

TRE PERSONE DELLA TRINITÀ

Vi sono poi testi, anche cattolici, ove si affermano le stesse cose:



“Into Christ.

The Bible tells us that Christians were baptized into Christ (no. 6).

They belong to Christ. The Acts of the Apostles (2:38; 8:16; 10:48; 19:5)

tells us of baptizing “in the name (person) of Jesus.”

 a better translation would be “into the name (person) of Jesus.”

ONLY IN THE 4TH CENTURY DID

THE FORMULA

“In the name of the Father, and of the Son, and of the Holy Spirit”

become customary”

- (Bible Catechism, Rev. John C Kersten, S.V.D., Catholic Book Publishing Co., N.Y., N.Y.; l973, p. 164 -

In questo capitolo non si cercherà certo di offrire una "conclusione" a questa disputa secolare sui passi spuri,

non serve fare questo perché per i cristiani questa disputa è del tutto inutile.

Il passo indicato parla infatti di UN SOLO NOME (singolare)

(Padre, Figlio e Spirito Santo sono dei TITOLI e non dei nomi).

Le domanda sono davvero semplici:

"CRISTO E' FORSE DIVISO?

 Paolo è stato forse CROCIFISSO per voi?

O siete voi stati BATTEZZATI nel nome di Paolo?"

- 1Corinzi 1,13 -

CHI BATTEZZA I CRISTIANI?

Un prete? Un carismatico?

I CRISTIANI SONO BATTEZZATI NEL NOME DI CHI?

"Ma quando ebbero creduto a Filippo che portava loro il lieto messaggio del regno di Dio e

IL NOME DI GESÙ CRISTO,

furono battezzati, uomini e donne"

- Atti 8,12 -

"Infatti voi tutti che siete stati BATTEZZATI IN CRISTO vi siete rivestiti di Cristo"

- Galati 3,27

- "NEL NOME DI CHI SIETE STATI BATTEZZATI?" -

Coloro che sostengono il DOGMA TRINITARIO di ATANASIO si trovano in grandissima difficoltà

 davanti a questa domanda.

 Le risposte diventano dunque tantissime, quasi sempre confuse, talvolta davvero grottesche

(ne cito solo qualcuna, per comprendere):

"Il NOME è sconosciuto, è un mistero della fede"

"Il NOMÈ è Padre, Figlio e Spirito Santo, la TRINITÀ"

"TRINITÀ"

"non serve sapere il NOME, è come dire "nel nome dello stato"

"è una FORMULA, conta la FORMULA, non dobbiamo chiedere altro"

"è una FORMULA per dire 'nella potenza di'..."

"Non sono domande da fare"

"Il NOME è SPIRITO SANTO"

"Il NOME non esiste, è la FORMULA che conta"

"Il NOME non conta nulla, conta il principio trinitario, presente nella Bibbia,

chi nega la FORMULA nega la TRINITÀ"

Perché oggi regna allora la confusione? Come può un cristiano essere confuso su questo?

“Gesù Cristo quindi è il nome del Figlio di Dio, E NON IL NOME DI DIO"

 - Giacinto Butindaro -

Gesù Cristo (Yeshua) è stato crocifisso, il Buon Pastore è morto e risorto.

 Gesù Cristo ci ha liberato dal peccato perché

EGLI E' L'UNICO DIO E LA VITA ETERNA.

La Bibbia ci dice che DIO ha acquistato la chiesa CON IL SUO SANGUE.

 Tutti i battesimi che la chiesa romana ha ministrato ai neonati non possono aver alcun valore.

Le dottrine della chiesa-cattolica-romana sul battesimo, sul limbo, sul purgatorio, sull'acqua miracolosa

SONO TUTTE  FAVOLE PER PERSONE STOLTE. 

Le cosiddette "FORMULE" di questi pseudo-battesimi sono irrilevanti, sono solo

FUMO NEGLI OCCHI.

CHIESA PETRINA e CHIESA GIOVANNITA.

I PETRINI pongono moltissima fiducia nell'acqua (aspersione) e

pongono fiducia in un battesimo degli infanti con una FORMULA che dicono TRINITARIA.

I GIOVANNITI pongono moltissima fiducia nell'acqua (immersione) e in un battesimo detto "GIOVANNITA".

 Molti sedicenti "dottori della parola" dicono infatti ai fedeli che è necessario recarsi in questa o in quella chiesa

 per "ricevere il vero battesimo" che farà poi "manifestare il dono delle lingue"...

LA GUERRA DEGLI SCIOCCHI.

Moltissime persone oggi disputano e si sbranano sulla cosiddetta "formula corretta" o

sui segni che si dovrebbero manifestare dopo il presunto "vero battesimo", sul numero di battesimi che occorre ricercare...

Queste persone dicono di CREDERE IN DIO ma in realtà credono solo nelle

 LORO OPERE, nei SEGNI, nei PRODIGI...

 Queste persone sono come canne al vento, mosse da ogni passione,

passano la vita a cercare SEGNI e PRODIGI, doni di lingue, sensazioni, emozioni...

Cercano e cercano per NON TROVARE MAI perché hanno inciampato sulla pietra di fondamento.

ESISTE INFATTI UN SOLO DIO E UN SOLO VERO BATTESIMO:

"Un solo corpo, un solo spirito, come una sola è la speranza alla quale siete stati chiamati,

quella della vostra vocazione;  un solo Signore, una sola fede, 

UN SOLO BATTESIMO

Un solo Dio Padre di tutti, che è al di sopra di tutti, agisce per mezzo di tutti ed è presente in tutti"

Moltissime persone hanno perso di vista COLUI CHE BATTEZZA davvero:

"Giovanni rispose a tutti dicendo: «Io vi battezzo con acqua; ma viene uno che è più forte di me,

 al quale io non son degno di sciogliere neppure il legaccio dei sandali:

COSTUI VI BATTEZZERA' IN SPIRITO SANTO E FUOCO.

Egli ha in mano il ventilabro per ripulire la sua aia e per raccogliere il frumento nel granaio;

ma la pula, la brucerà con fuoco inestinguibile"

 - Luca 3,16 -

Moltissime persone hanno perso completamente di vista quello che serve davvero:

LA FEDE

 "AVENDO CREDUTO IN LUI"

Moltissime persone hanno perso completamente di vista

L'UNICO VERO BATTESIMO:

"In lui voi pure, dopo aver ASCOLTATO la parola della verità, il vangelo della vostra salvezza, e

 AVENDO CREDUTO IN LUI,

 AVETE RICEVUTO IL SIGILLO DELLO SPIRITO SANTO

che era stato promesso"

- Efesini 1,13 -





 

RITORNA AD ALARMA HOME